L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Coronavirus, chiuso il pronto soccorso di Pescina

Sospesa fino a data da destinarsi l'attività del Punto di Primo Intervento di Pescina, dopo la positività al Coronavirus di un medico. Rischia la chiusura anche il pronto soccorso di Tagliacozzo

Sospeso fino a data da destinarsi il pronto soccorso di Pescina. Il PPI, Punto di Primo intervento marsicano è ufficialmente sospeso fino a data da destinarsi.

La comunicazione ufficiale, annunciata in via ufficiosa dall’assessore regionale Guido Quintino Liris alla redazione del Capoluogo, è giunta poco fa al primo cittadino di Pescina Stefano Iulianella.

Nel comune è stato attivato il Coc, centro operativo comunale.

Il presidio pescinese, quindi, resterà chiuso, in piena emergenza coronavirus, a causa della positività di un medico del Pronto Soccorso, in servizio proprio a Pescina. L’uomo, residente in un Comune limitrofo, ha circa 60 anni. In queste settimane ha prestato servizio non solo a Pescina, ma anche negli ambulatori di Avezzano.

Il rischio, ora, è che si paventi la chiusura del pronto soccorso dell’Umberto I di Tagliacozzo – causa ‘congestione’ – e una limitazione dell’attività del pronto soccorso avezzanese. Nel caso in cui venissero adottati simili provvedimenti sia in via precauzionale sia per salvaguardare la sicurezza, l’utenza andrebbe a riversarsi all’ospedale dell’Aquila. 

Potrebbe, infatti, essere chiuso anche il pronto soccorso di Tagliacozzo. Il sindaco Vincenzo Giovagnorio, contattato dalla redazione del Capoluogo, ha spiegato: «Il medico del PPI di Pescina non ha prestato servizio qui a Tagliacozzo. Si sta valutando, tuttavia, l’opzione di chiudere il pronto soccorso e il PPI qui a Tagliacozzo, per ragioni legate alle pratiche di sicurezza da adottare per evitare contagi. Infatti continuano a registrarsi, ad ogni ora, congestioni all’interno dei locali d’attesa, soprattutto ambulatoriali, anche per ragioni immotivate».

X