L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Palazzo Margherita e Quarto Cantone, la ricostruzione pubblica riparte

Nuovi passi della ricostruzione pubblica: partiranno a breve due progetti simbolo per la città. Palazzo Margherita, l'ex Comune, e il Quarto cantone.

Si muove la ricostruzione pubblica a L’Aquila, con due interventi simbolo del post sisma e di una ricostruzione complessa. Palazzo Margherita tornerà disponibile dopo il 2021, inoltre, a partire dal prossimo anno, cominceranno i lavori di ricostruzione del Quarto Cantone.

Palazzo Margherita sarà pronto prima della realizzazione della sede unica comunale, già finanziata. Ieri, in commissione d’inchiesta, è stato audito il Rup, Mario Di Gregorio, che ha illustrato dettagliatamente tutti gli interventi necessari. Ad incominciare da una variante, al vaglio del Genio civile, di 738mila euro, che comprende, tra le altre cose, il nuovo tipo di intervento previsto sulla torre civica, rispetto al progetto iniziale.

La torre, infatti – come precisa il Centro – non poggerà più sul palazzo, ma sarà una parte a sé. La variante per ora non contempla gli impianti, «da progetto esecutivo – ha spiegato Di Gregorio – era prevista l’installazione di sonde geometriche su alcuni pali di fondazione. In modo tale da realizzare un impianto di pompe di calore, che permettesse lo scambio di temperatura d’esercizio e la temperatura a suolo. Poiché, però, l’intervento sulle fondazioni non sarà realizzabile, l’impianto dovrà funzionare diversamente. Ciò non comporterà, comunque, cambiamenti sull’importo dei lavori».

La conclusione dei lavori era prevista entro fine 2019, poi i rilevamenti archeologici hanno cambiato i piani. Si sono rese necessarie, infatti, delle lavorazioni aggiuntive. Ad esempio, la tecnica del cuci e scuci – con la sostituzione di parti in muratura attraverso l’inserimento di mattoni – prevista in una determinata quantità, che poi è aumentata del 400%, ma che si è ridotta con l’apposizione di fibre. I lavori potrebbero riprende nel mese di giugno.

Ricostruzione pubblica, il Quarto Cantone: work in progress

Dovrebbero partire all’inizio del prossimo anno i lavori di ricostruzione del Quarto cantone. Lo scorso 17 febbraio è stata pubblicata la gara d’appalto per i lavori di recupero del complesso di proprietà del Convitto nazionale, della camera di commercio e della Provincia, che comprende uffici, l’ex Liceo Classico e la biblioteca Salvatore Tommasi. 

15,7 milioni l’importo del primo stralcio degli interventi da eseguire, come riporta Il Centro. Si partirà dai locali della Camera di Commercio e della Provincia, compresi il Liceo e la biblioteca, la chiesa della Conciliazione, gli uffici della Provincia e i locali di alcune attività commerciali.

Uno dei complessi edilizi più grandi del capoluogo, il cui progetto è stato redatto su incarico del Provveditorato interregionale per le Opere Pubbliche per il Lazio, l’Abruzzo e la Sardegna. Il termine per la presentazione delle offerte il 31 marzo. Il tempo per l’esecuzione dei lavori è fissato in 780 giorni. 

«Per la fase di analisi e valutazione delle offerte, la commissione giudicatrice disporrà, presumibilmente, di un tempo non superiore a novanta giorni – specificano dal Provveditorato – A seguire si svolgerà la fase dell’apertura delle buste con le offerte economiche e la formazione della graduatoria provvisoria, seguita dalla proposta di aggiudicazione da parte della Commissione aggiudicatrice. Poi ci sarà la fase verifica e controllo del possesso dei requisiti del concorrente che ha offerto la proposta migliore e, trascorsi i 35 giorni del cosiddetto stand & still, per dare la possibilità agli interessati di opporre ricorso, si potrà procedere all’aggiudicazione efficace», riporta ancora il Centro.

Avviata, nel mentre, la progettazione definitiva anche del secondo stralcio. Si prevede di avviare il bando di gara entro la fine del 2020. 

X