L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Sisma L’Aquila, un concorso per le statue commemorative

Scade il 4 marzo il concorso riservato agli artisti che realizzeranno le 20 statue commemorative delle vittime del sisma del 6 aprile 2009.

Un concorso per gli scultori che dovranno realizzare le 20 statue commemorative del sisma dell’Aquila del 6 aprile 2009.

Le statue saranno collocate in città e in tutte le frazioni e i paesi colpiti dal terremoto dove sono state registrate delle vittime.

Il concorso è stato pubblicato sull’albo pretorio del Comune dell’Aquila.

Si tratta di un bando di concorso internazionale di arte scultorea per la “Giornata della memoria del sisma del 6 aprile 2009”.

L’iniziativa è della Regione Abruzzo che con questo concorso vuole, “in occasione del decennale istituire un ricordo permanente di tale tragico evento al fine di commemorarne le 309 vittime ed esprimere solidarietà ai loro familiari nonché di sensibilizzare la comunità regionale e le istituzioni al tema della sicurezza e prevenzione sismica”.

La finalità del concorso è la realizzazione di 20 statue in bronzo che saranno localizzate all’Aquila città (4 statue), nelle frazioni di Arischia, Bazzano, Paganica, Pianola, Roio, Bagno, Tempera, San Gregorio, Onna (1 statua per ogni frazione), nei comuni di San Pio delle Camere, Fossa, Poggio Picenze, San Demetrio, Tornimparte, Lucoli, Villa Sant’Angelo (1 statua per ogni Comune).

Il concorso è aperto, con scadenza 4 marzo, ad artisti specializzati in arte scultorea, italiani e internazionali, e non prevede limiti di età o sesso. Il tema del concorso è libero.

“Ogni artista – si legge nel bando – può scegliere il soggetto e il tema da proporre per la realizzazione delle statue in bronzo, o altro materiale, tenendo presente che il concorso deve promuovere interventi celebrativi della Giornata della memoria del sisma 2009. I partecipanti possono aderire al concorso presentando da 1 a un massimo di 5 progetti”.

L’obiettivo del concorso è selezionare 20 progetti artistici senza vincoli di tecniche, ma compatibili con gli spazi in cui si dovrà inserire armoniosamente per dimensioni e materiali utilizzati e in coerenza con le norme di sicurezza.

Come riporta Il Centro, l’organo preposto alle fasi di selezione e all’assegnazione dei premi del concorso è un comitato designato dall’Ufficio di presidenza del consiglio regionale costituito da: un rappresentante dell’Ordine degli architetti, il sindaco dell’Aquila, un rappresentante degli altri Comuni che hanno riportato vittime nel sisma del 2009, un rappresentante dei familiari delle vittime, tre consiglieri regionali, un rappresentante dell’Accademia di Belle Arti, un rappresentante della Soprintendenza, un esperto in arte scultorea.

Il comitato verrà individuato successivamente alla data di scadenza della presentazione dei progetti e verrà istituito con deliberazione dell’Ufficio di presidenza del consiglio regionale.

Il concorso prevede anche un premio in denaro di mille euro per ogni progetto scelto, per un massimo di 5 progetti ad artista e per un totale di 20 progetti da realizzare.

Ogni artista vincitore del concorso s’impegna, con il compenso ricevuto, a realizzare sul modello del proprio bozzetto, una scultura in bronzo o altro materiale, a grandezza reale, la quale verrà poi utilizzata per l’esecuzione dell’opera finale, quale calco.

Ad ognuna delle statue verrà apposta una targa con il nome dell’artista e il titolo dell’opera.

I progetti scelti verranno presentati al pubblico in occasione della “Giornata della Memoria del sisma del 6 aprile 2009” che si terrà il 6 aprile 2020 nella sede del Consiglio regionale.

X