L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Autostrade, stop all’aumento pedaggi per tutto il 2020

Autostrade, congelato l'aumento pedaggi per tutto il 2020. Scongiurato il rincaro del 19%.

L’AQUILA – Autostrade, a una settimana dal rincaro, dalla Commissione Ambiente a Roma arriva la buona notizia: congelato l’aumento pedaggi per tutto il 2020.

Approvato in Commissione l’emendamento al Decreto Sisma, un provvedimento che blocca l’aumento pedaggi per il 2020. L’annuncio da parte della deputata Pd Stefania Pezzopane. Il rincaro, che prevedeva, a partire dal 1 dicembre 2019, un aumento del 19%, al momento è scongiurato.

«Come relatrice ed in accordo col governo ho proposto una riformulazione degli emendamenti presentati dai diversi gruppi politici. Il via libera alla riformulazione nel Decreto sisma blocca il previsto rincaro del 19 per cento”. Ha spiegato Stefania Pezzopane, a margine dei lavori della Commissione Ambiente di ieri.

Le tariffe restano, quindi, quelle del 2017, in virtù della ratifica dell’accordo tra Strada dei Parchi e Anas. Proprio dall’accordo si ricava la copertura finanziaria al provvedimento, poiché Strada dei Parchi non dovrà corrispondere all’Anas la rata – di circa 56 milioni di euro – a titolo di concessionaria delle tratte. Importo, anch’esso, momentaneamente congelato.

Blocco aumento pedaggi, ora il Pef

«La garanzia di questa soluzione, per la quale ringraziamo la ministra delle Infrastrutture Paola De Micheli e il vice ministro dell’Interno Vito Crimi, permette immediatamente un accordo per la sospensione degli aumenti». Accordo immediato, quindi, con il fronte dei sindaci che attendeva una risposta dal Ministero dei Trasporti e che si era dichiarato pronto a tornare a manifestare.

Strada dei Parchi, però, in una nota ha precisato che l’emendamento, approvato in Commissione, «non corrisponde agli accordi intercorsi, che prevedevano, anche d’intesa con l’Anas, il blocco delle tariffe per 2 anni». 

La partita resta comunque aperta, in attesa dell’approvazione del nuovo Pef, il piano economico finanziario da 3 miliardi di euro. Risorse necessarie ai lavori per la messa in sicurezza delle tratte.

Felici ma cauti i sindaci di Lazio e Abruzzo, impegnati nella lotta contro il caro pedaggi. «Il blocco dell’aumento pedaggi ci tranquillizza e ci rende sereni, ciò non toglie, però – precisa Enzo Di Natale, primo cittadino di Aielli – che dobbiamo restare concentrati sulla questione autostrade e mantenere alta la guardia. Fondamentale sarà vigliare sugli sviluppi futuri, perché c’è in ballo l’approvazione del PEF e occorre stare attenti che ciò che non stiamo pagando adesso, non verrà pagato dai nostri territori in futuro».

X