L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

CreativaMente, diagnosi precoce per le demenze senili

Torna l'appuntamento con CreativaMente; l'importanza di una diagnosi precoce per affrontare la demenza senile.

CreativaMente: i sintomi del decadimento cognitivo per arrivare a una diagnosi precoce.

CreativaMente è il centro clinico aperto all’Aquila da Daniela Fiorenzi e Roberta Bernardi per le demenze e l’Alzheimer.

CreativaMente ha l’obiettivo di aiutare i pazienti ad essere “dignitosamente persone”, a prendersi cura degli anziani che hanno bisogno del supporto per affrontare queste patologie.

Questa volta l’appuntamento del Capoluogo.it con Daniela Fiorenzi e Roberta Bernardi è finalizzato a scoprire come riconoscere i primi sintomi della demenza senile, per avere una diagnosi precoce ed efficace.

Come riconoscere l’Alzheimer?

“Non è facile riconoscere un declino cognitivo. È molto importante stare attenti ai primi campanelli di allarme. I  sintomi sono molto blandi, di cui si accorge il paziente stesso che tende a nasconderlo e a non riferirlo ai familiari”.

Perchè il paziente all’inizio non “collabora”?

“Avendo appunto la consapevolezza di perdere dei passaggi, crea quell’ostilità tipica di queste patologie, mettendosi in una posizione di chiusura totale”.

Per quanto riguarda il declino cognitivo, l’Alzheimer vede 3 fasi, di cui la terza è la più grave e riguarda il decadimento totale.

“Nella seconda fase si parla invece di declino moderato, dove il paziente conduce una vita normale, ma per esempio, non riesce a seguire una trasmissione o un film”, spiegano dal Centro CreativaMente.

Per questo, nasce CreativaMente, un luogo dove le persone affette da diversi tipi e gradi demenza senile si incontrano, si confrontano, passano del tempo insieme, sviluppando anche le loro peculiarità.

X