L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Statale 80, il TAR stoppa il progetto dello svincolo del Cermone

Il TAR conferma la validità del nuovo parere negativo della Soprintendenza al progetto di svincolo sulla statale 80, nei pressi dell'area archeologica di Amiternum.

L’AQUILA – Respinto il ricorso dell’Anas, il TAR conferma lo stop al progetto dello svincolo sulla statale 80 nei pressi dell’area archeologica di Amiternum.

I giudici del TAR hanno respinto il ricorso dell’Anas contro il no della Soprintendenza al progetto di uno svincolo sulla strada statale 80 al Cermone, nei pressi dell’area archeologica di Amiternum. Il progetto è nato nel 2012 nell’ambito del Programma urgente di interventi per la viabilità post sisma 2009 e allora aveva avuto il parere positivo della Soprintendenza e la conseguente autorizzazione paesaggistica della Regione Abruzzo. Dal 2012, però, la procedura di gara d’appalto è finita al 2017 per un importo di circa 5 milioni di eruo. Passati 5 anni, quindi, il parere della Soprintendenza è scaduto e l’ente è stato chiamato ad esprimere un nuovo parere. Questa volta, il parere è stato negativo e il progetto è stato bloccato.

Da qui il ricorso al TAR dell’Anas, con la richiesta di annullare il parere negativo del 2019 e confermare quello favorevole del 2012. Come scrive Il Centro, infatti, “per i giudici l’autorizzazione paesaggistica ha la durata di cinque anni, in fase di conferma dell’autorizzazione scaduta la Soprintendenza esercita un rinnovato esercizio del potere di valutazione della compatibilità paesaggistica che deve tener conto delle modifiche fattuali intervenute. Nella specie, secondo l’Anas la situazione era rimasta immutata, posto che non era intervenuta alcuna modifica fattuale e giuridica”. Invece secondo i giudici “la situazione, alla data della nuova istanza del 2019 non era affatto identica a quella del 2012”. Per i giudici, infatti, nel 2012 non avrebbe potuto negare il parere favorevole, considerata la situazione emergenziale post sisma, cessata il 31 agosto proprio del 2012.

X