L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Dietro, i versi dell’abruzzese Matteo Farge in finale a Terni

L’autore abruzzese selezionato nella rosa dei finalisti della sedicesima edizione del Premio letterario internazionale “Tra un Fiore colto e l’altro donato”.

Matteo Farge in finale al XVI Premio Internazionale Letterario “Tra un Fiore colto e l’altro donato”

L’autore abruzzese selezionato nella rosa dei finalisti della sedicesima edizione del Premio letterario internazionale “Tra un Fiore colto e l’altro donato”.

Sarà A. R. MOGOL a curare l’introduzione della raccolta poetica che conterrà le opere.

“Tra un Fiore colto e l’altro donato”. Si intitola così la XVI edizione del Premio internazionale dedicato alle Poesie d’Amore e ideato da una roccaforte della cultura italiana, quale la casa editrice Aletti Editore.

Un contest culturale in piena regola che ha accolto, tra i finalisti di quest’anno, anche l’autore marsicano, nato a Guardiagrele e residente a Civita D’Antino, Matteo Farge.

“Dietro” è il titolo dell’opera lirica dello scrittore marsicano, selezionata dalla casa editrice romana e arrivata in finale.

“Dietro” non è solo il titolo della poesia, ma è anche la chiave di lettura, che vuole rafforzare l’immagine dei versi “bitonali”.

In “Dietro”, sono raccontate le flebili vittorie, che non sono altro che tiepidi “colpi di coda” dei continui fallimenti silenziosi.

Ogni attimo di paradiso porta con sé gli inferni non raccontati.

“Dietro” vuole far percepire ciò che si maschera con le apparenze; la verità e la personalità, il più delle volte, stanno dietro e non avanti agli occhi”.

Il componimento verrà inserito in una raccolta poetica che conterrà i testi dei soli autori finalisti.
L’anteprima dell’antologia è in programma per il 21 e il 22 dicembre prossimi, al C.E.T. di MOGOL, ossia presso il Centro Europeo di Toscolano, fondato nel 1992 a Terni: un alveare culturale per artisti, scrittori e cantautori moderni. In quell’occasione, gli autori finalisti declameranno le proprie opere in una cerimonia pubblica.

A. Rapetti Mogol, tra i più importanti autori della musica italiana attuale e collaboratore, tra i tanti, di Mina, Celentano, Raf, Laura Pausini, Eros Ramazzotti, curerà personalmente l’introduzione della raccolta, la quale vedrà la firma anche di un’altra autorevole “penna” contemporanea: quella di Giuseppe Aletti, poeta, editore e critico letterario.

X