L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Truffa sala scommesse, prosciolto Gianni Paris

Prosciolto dall'accusa di truffa l'avvocato e presidente dell'Avezzano Calcio Gianni Paris. La vicenda riguardava la compravendita di una sala scommesse da parte di una famiglia cinese.

AVEZZANO – È  stato prosciolto dall’accusa l’avvocato e presidente dell’Avezzano Calcio Gianni Paris, indagato per truffa nella vicenda legata alla compravendita di una sala scommesse, con la sparizione di 70mila euro.

Accusa che pesava anche sugli altri due indagati nel caso, ovvero l’imprenditore Domenico Barbonetti e una nipote di quest’ultimo, Elisa Tallerico.

Gianni Paris era indagato anche per il reato di infedele patrocinio, ma è stato ugualmente prosciolto dal giudice Anna Carla Mastelli, perché il fatto non sussiste. Rinviato a giudizio, invece, per l’accusa di calunnia, per la data del 5 giugno 2020, quando il reato – come riporta Il Centro – sarà già in prescrizione.

Il pm Maurizio Maria Cerrato ha chiesto il non luogo a procedere per prescrizione, per tutti e tre gli indagati, riguardo al reato di truffa e il rinvio a giudizio in merito ai rimanenti reati a carico di Gianni Paris.

La denuncia era stata presentata cinque anni fa, da una famiglia cinese residente ad Avezzano. Secondo l’accusa Barbonetti e Tallerico, rispettivamente amministratore e legale rappresentante della società, che gestiva una sala scommesse, si erano impossessati di 70mila euro circa, corrispondenti alla prima rata del prezzo pattuito – 450mila euro in totale – relativamente alla cessione dell’attività a una famiglia cinese.

L’avvocato Paris, sempre secondo la tesi sostenuta dall’accusa, era stato incaricato dalla famiglia cinese di curare gli aspetti legali legati alla trattativa di acquisto, ma aveva agito in collusione con Barbonetti e Tallerico, per portare a termine la truffa. Ieri sul reato è stata ufficializzata la prescrizione. 

“Per me si tratta della fine di un incubo – ha dichiarato Gianni Paris al Centro – l’impatto mediatico avuto dall’inchiesta è stato l’inizio della fine per la mia esperienza di presidente dell’Avezzano Calcio. Presidenza che ha riassunto solo la scorsa settimana. “Come volevasi dimostrare alcun reato sostanziale è stato riconosciuto a mio carico. Non avevo mai ricevuto mandato dai cinesi e dalla società, avevo solo fatto da mediatore.

 

 

 

X