L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Manager Asl, stipendi più alti per attrarre cervelli

Presentati i nuovi manager delle Asl di L'Aquila e Chieti, rispettivamente Roberto Testa e Thomas Schael. Insieme agli altri due colleghi prenderanno stipendi più alti.

L’AQUILA – Presentati i nuovi manager delle Asl di L’Aquila e Chieti. Insieme agli altri due colleghi prenderanno 34mila euro in più all’anno.

Incontro con la stampa oggi pomeriggio a Palazzo Silone, per la presentazione dei due nuovi manager delle Asl di L’Aquila e Chieti, rispettivamente Roberto Testa e Thomas Schael, alla presenza del presidente Marco Marsilio, dell’assessore Nicoletta Verì e il direttore Roberto Fagnano. Con la delibera del 9 settembre scorso, la Giunta regionale ha deliberato di aumentare la retribuzione dei 4 direttori generali delle Asl fino a 149mila euro all’anno, con la possibilità di un ulteriore aumento fino a un massimo del 20% previa valutazione dei risultati ottenuti. L’aumento si attesta intorno ai 34mila euro all’anno, rispetto alle precedenti retribuzioni. La spesa annuale per i 4 direttori, quindi, supera abbondantemente il mezzo milione di euro l’anno.

Il presidente Marsilio ha ricordato il complesso iter relativo all’individuazione dei due nuovi manager, Roberto Testa e Thomas Schael, «persone che vengono da esperienze importanti, in Asl altrettanto importanti. Siamo fieri che l’Abruzzo si dimostri nuovamente attrattivo e competitivo, da questo punto di vista». E sull’aumento delle retribuzioni ha sottolineato: «L’Abruzzo è rimasto fermo per troppo tempo e ciò ha provocato differenze pronunciate tra direttori che svolgono lo stesso lavoro, con le stesse responsabilità, in altre regioni. Credo che il lavoro in Abruzzo non valga meno che in altri territori. Ad ogni modo siamo ancora tra le regioni più sobrie: solo una regione ha stipendi inferiori, tutte le altri maggiori o uguali a quanto abbiamo rideterminato».

marsilio verì testa schael fagnano

«Come assessorato – ha aggiunto Nicoletta Verì – il nostro impegno sarà quello dare le linee programmatiche di indirizzo per Asl importanti, ma che hanno problemi. Il primo obiettivo sarà quello di risanare i debiti che abbiamo trovato. Valuteremo l’efficienza e l’efficacia dell’operato dei nuovi manager, ma sono convinta che saranno in grado di dare un grande contributo anche per superare anche quel pregiudizio sulla sanità che la nostra regione paga ai tavoli romani». Quindi la notizia: «Giace su tavolo di monitoraggio una nostra delibera per l’abbattimento del superticket. Siccome ho letto dalla stampa che la volontà del nuovo ministro va in questa direzione, aspettiamo una risposta da alcuni mesi e spero arrivi presto».

Quindi la parola ai nuovi manager: «L’impostazione – ha spiegato il dottor Testa dopo i ringraziamenti di rito – sarà quella di un forte dialogo per fare squadra e affrontare collegialmente tutte le criticità. Questa Asl è molto complessa, in quanto deriva dalla fusione di tre precedenti aziende, quindi è opportuno uniformare i metodi di lavoro».

«I territori – ha aggiunto Schael – hanno una propria storia, una propria cultura e una giusta pretesa sui servizi sanitari a cui occorre dare risposta. Non sono mai passato inosservato nei posti in cui ho lavorato. L’ultima Asl in cui sono stato aveva deficit per 34 milioni e l’ho portata a 20 milioni di utile. Vorrei mettere a disposizione questo bagaglio per la Regione Abruzzo. Penso sia importante puntare sulla motivazione delle persone che operano tutti i giorni».

X