L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

CaseMatte, residenti di via Celano in rivolta

Casematte, dopo la denuncia di una residente di Via Celano, molte segnalazioni sono giunte alla nostra redazione. Biondi: "Denunciate"

L’AQUILA – Casematte, i residenti di Via Celano non ci stanno.

Musica fino a tarda notte, urla e cattivi odori, per poi essere derisi e scherniti da qualche compagno permaloso. Numerose segnalazioni sono giunte alla nostra redazione, dopo l’ennesima denuncia di una lettrice pubblicata lunedì 2 settembre. Era solo l’ennesima segnalazione dopo anni di denunce. Il sindaco Biondi ai residenti: “Rivolgetevi alle autorità competenti!”

Casematte, le proteste dei residenti di via Celano

Quella di Casematte, del resto, è una storia vecchia. L’ultima denuncia, in ordine di tempo – pubblicata lunedì – da un lato fa seguito agli anni delle tante segnalazioni che si sono susseguite e che sono state raccolte dal Capoluogo; dall’altro lato, ha smosso gli animi di molti cittadini, residenti in via Celano e dintorni. Immediate le reazioni, infatti, giunte alla nostra redazione tramite sms ed email, dopo i commenti dei lettori che definivano “fantomatica” la residente di via Celano, che deridevano e svilivano la denuncia.

“Ho letto il vostro articolo su CaseMatte ed essendo residente in via Celano concordo pienamente con quanto ha segnalato la lettrice: è impossibile vivere serenamente su questa strada. Musica ad alto volume, schiamazzi, urla – sempre più spesso provenienti da Collemaggio – che si protraggono fino a tarda notte. Mi auguro che il Comune dell’Aquila prenda seri ed efficaci provvedimenti, perché via Celano è diventata una zona infernale“, ci scrivono.

“La musica che arriva da Casematte è ad un volume talmente alto che, sicuramente, anche i pini e gli scoiattoli della zona balleranno fin quasi all’alba“, scrive un’altra lettrice all’indirizzo della nostra redazione, in riferimento a chi aveva contestato la denuncia alludendo alla mancanza di abitanti nel circondario.

Ancora: “La musica da via Celano si sente e anche troppo. Ovviamente molto dipende dalla posizione della propria abitazione, ciò mi sembra logico. Ci tengo a precisare, inoltre, che non si fa riferimento ai concerti della Perdonanza – ad esempio quello de Il Volo è terminato intorno alle 00,30 – ma a quelli del Comitato 3.32, che durano fino alle 4 del mattino, o anche a quelli sporadici del Parco del Sole“.

“Chiediamo soltanto un limite di orario da rispettare, se vale per i locali del centro storico deve valere anche per Casematte – ci scrivono ancora in un’ennesima segnalazione – perché la gente ha diritto alle ore di riposo notturne. Anche gli abitanti di via Garibaldi, come noi di Via Celano, ad esempio, si lamentano dei continui schiamazzi e dei cattivi odori con i quali sono costretti a convivere da tempo”.

In merito alle numerose segnalazioni arrivate dai residenti di via Celano, Il Capoluogo ha contatto telefonicamente il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi – fuori città per trascorrere qualche giorno di vacanza a Giulianova, con la sua famiglia – il quale ha precisato: “Impiegherò tutte le risorse dell’amministrazione per approfondire responsabilità e accadimenti, relativamente alle segnalazioni su CaseMatte – spiega. “Intanto sprono i residenti a segnalare gli episodi agli organi preposti“, ha concluso Biondi.

X