L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Nuovo municipio, la vertenza si complica

Termini scaduti per la definizione transattiva della vertenza sul nuovo municipio di Avezzano. Il dottor Passerotti precisa: "Termini non perentori".

AVEZZANO – Scadono i termini, non perentori, per la definizione transattiva della vertenza sul nuovo municipio.

«È notizia di questi giorni che il Commissario, attesa la complessità dell’intricata ed annosa vicenda legale-amministrativa del Contratto di Quartiere – nuovo Municipio, abbia “lasciato” spirare il termine ultimo del 31 luglio per la definizione transattiva della vertenza che vede opposti il Comune di Avezzano e l’Irim, società costruttrice del complesso immobiliare – fa sapere l’ex primo cittadino Gabriele De Angelis – Mi sento in dovere, in primis, di esprimere la mia vicinanza al Commissario, particolarmente gravato da questioni ritenute rilevanti dagli strumentalizzatori seriali (quali il taglio di 2 platani o il mercato degli ambulanti), il quale non ha potuto approfondire la complessa ed articolata vicenda onde serenamente optare per la transazione piuttosto che per l’alea dell’arbitrato in corso ed ai costi connessi. In secondo luogo di manifestare il mio personale rammarico per la soluzione sfumata che avrebbe consentito di ri-acquisire al patrimonio della Città il nuovo Municipio con conseguente rilancio di tutta la zona Nord, punto programmatico della mia azione amministrativa. Una considerazione a margine: la sete di poltrone e posizioni e l’irresponsabilità dei noti consiglieri che hanno decretato la fine della consiliatura comincia dunque (e purtroppo) a far vedere i suoi frutti avvelenati che la Città sta cominciando ad assaggiare», conclude De Angelis.

«Il termine – precisa il commissario Mauro Passerotti al microfono del Capoluogo.it – non è perentorio. Ho approfondito la vicenda insieme agli Uffici, facendo anche apposite riunioni. Il risultato è stato che non si può addivinerire alla transazione così come prospettata».

X