L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Troppi incidenti mortali nell’aquilano, arrivano gli autovelox

Dopo la serie di decessi sulle strade dell'ultimo mese, arrivano gli autovelox nell'aquilano. Implementata la sicurezza stradale nei giorni a cavallo di ferragosto.

Dopo la serie di decessi sulle strade dell’ultimo mese, arrivano gli autovelox nell’aquilano.

In questo periodo sono morte infatti sei persone in incidenti stradali, come in una vorticosa accelerazione.

Si tratta di episodi di grave entità e spesso causati dall’alta velocità o da distrazioni alla guida.

Cecilia Marottoli (23 anni), Ruggero Antonelli (77), Francesca Romana Agostinelli (88), Giorgio Ficola (95), Gianni Scuffia (45) e Guido Morelli (84) sono le vittime degli ultimi scontri o episodi fatali in macchina.

Per questo si è deciso di contrastare il fenomeno con l’istituzione di alcuni servizi di controllo sul territorio come “Tutor” e “Vergilius”, soprattutto nei giorni a cavallo di Ferragosto.

La tecnologia dei due strumenti permetterà il rilevamento medio e puntuale della velocità sulle principali vie di collegamento del territorio.

La misura, come riporta Il Centro, si inserisce nella più ampia campagna europea “Speed”, del network europeo delle polizie stradali Tispol, programmata fino al 18 agosto per monitorare alcune aree specifiche e strategiche e implementare la sicurezza sulle strade.

Saranno dunque attivi nei prossimi giorni i rilevatori con i sistemi Tutor e Vergilius per prevenire e controllare le principali arterie dell’Aquila, anche attraverso operazioni congiunte.

 

Autovelox, la campagna Speed di TISPOL

Il Network Europeo delle Polizie Stradali “TISPOL” ha programmato nel periodo dal 12 al 18 agosto 2019 l’effettuazione della campagna europea congiunta denominata “Speed” (velocità).

TISPOL è una rete di cooperazione tra le Polizia Stradali, nata nel 1996 sotto l’egida dell’Unione Europea, alla quale aderiscono tutti i Paesi Membri, tranne la Grecia e la Slovacchia, oltre alla Svizzera, la Serbia, la Turchia e la Georgia.

L’Italia è rappresentata dal Servizio Polizia Stradale del Ministero dell’Interno, che ha tenuto la Presidenza operativa fino al mese di aprile 2019 ed attualmente ricopre la Presidenza onoraria.

L’Organizzazione intende sviluppare una cooperazione operativa tra le Polizie Stradali europee per ridurre il numero di vittime della strada e degli incidenti stradali, in adesione al Piano d’Azione Europeo 2011-2020 attraverso operazioni internazionali congiunte di contrasto delle violazioni e campagne “tematiche” in tutta Europa all’interno di specifiche aree strategiche.

L’obiettivo è quello di elevare gli standard di sicurezza stradale, armonizzando l’attività di prevenzione, informazione e controllo, anche attraverso campagne di comunicazione e operazioni congiunte i cui risultati vengono poi monitorati al Gruppo Operativo TISPOL. Lo scopo della campagna “speed”(velocità) è di contrastare efficacemente, su tutte le arterie europee di grande viabilità, il superamento dei limiti di velocità da parte dei conducenti dei veicoli a motore, affinché si sviluppi la coscienza e la consapevolezza che nello stesso momento tutte le Forze di Polizia Stradale dell’Unione stanno operando con le medesime modalità, strumenti omogenei e un obiettivo comune.

Per l’intera settimana, chiunque si metterà alla guida delle direttrici europee sarà pertanto conscio che, in ogni Paese che attraverserà, il rispetto dei limiti di velocità verrà costantemente monitorato.

 

X