L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Perdonanza 2019, i big: Il Volo, Mannoia, Morandi e Brignano

725' edizione della Perdonanza Celestiniana: svelato il programma artistico degli eventi.

Svelato a due settimane dall’avvio della 725′ edizione della Perdonanza Celestiniana il programma degli eventi.

Fra i protagonisti delle serate aquilane Il Volo e Fiorella Mannoia, in un concerto di chiusura che vedrà protagonisti anche Luca Barbarossa, Paola Turci e Noemi.

In corso la conferenza stampa a Palazzo Fibbioni dove il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, insieme al direttore artistico della Perdonanza, il maestro Leonardo De Amicis, stanno presentando il programma artistico della 725esima Perdonanza celestiniana: “Dal cammino del perdono ai grandi eventi nel decennale del terremoto”.

In questi giorni ha impazzato il toto big: nome ricorrente Fiorella Mannoia ma anche Riccardo Cocciante.

perdonanza biondi de amicis

Perdonanza 2019, il programma.

23 agosto: al Teatro del Perdono (piazzale Basilica di Collemaggio), ore 20, 30 L’Accensione che darà il via alla 725esima Perdonanza. Alle 21,30 “L’Aquila, la terra, le radici, la Rinascita”, ideato da Leonardo De Amicis e scritto con Paolo Logli; conduce Lorena Bianchetti. Sul palcoscenico si avvicenderanno artisti del calibro di Gianni Morandi, Giancarlo Giannini, Amii Stewart, Paolo Vallesi, Simona Molinari, Piero Mazzocchetti, Stefano Di Battista, Vittoriana De Amicis e Franco Nero con il premio Oscar Vanessa Redgrave. La colonna sonora sarà dell’Orchestra nazionale dei Conservatori d’Italia e Cori.

24 agosto: alle 21,30 in piazza Duomo “Shine Pink Floyd Moon”, viaggio nel mondo della luna di Micha van Hoecke.

25 agosto:  alle 21,30 presso il Teatro del Perdono Enrico Brignano in “Un’ora sola vi vorrei”.

26 agosto: alle 21,30 presso il Teatro del Perdono, Il Volo per L’Aquila. Sul palco anche la Grande Orchestra Sinfonica dei Conservatori, diretta dal Maestro Leonardo De Amicis.

27 agosto: L’Aquila suona, happening musicale in tutto il centro storico.

28 agosto: Corteo storico e apertura della Porta Santa. Nella notte, lettura di testi sacri nella Basilica di Collemaggio, con musica dal vivo.

29 agosto: alle 22, presso il Teatro del Perdono, Gran Concerto capitanato da Fiorella Mannoia, che avrà accanto a sé artisti come Luca Barbarossa, Paola Turci e Noemi. Sul palco, insieme alla band della Mannoia, capitanata da Carlo Di Francesco, suonerà l’Orchestra del Conservatorio dell’Aquila “A. Casella” diretta dal Maestro Leonardo De Amicis.

Perdonanza 2019, segui la diretta della presentazione.

Se per il programma della Perdonanza si è dovuto attendere fino ad oggi, i volti di Dama e Giovin Signore sono noti dal 26 luglio:  Sara Luce Cruciani e Federico Vittorini vestiranno gli abiti di Dama della Bolla e di Giovin Signore con un carico di emozioni non indifferente.

sara luce cruciani e federico vittorini dama e giovin signore

Sara Luce è nata a L’Aquila nel 2002. Ha frequentato la scuola dell’infanzia e il primo anno delle elementari fino al 6 aprile, quando il terremoto ha messo sottosopra la sua vita e quella dell’intera città. Attualmente frequenta l’Itis ed è una grande appassionata di break dance. La foto abbracciata a sua madre, che la ritrae nel giorno del sisma, ha fatto il giro del mondo, divenendo il simbolo e l’immagine per eccellenza della resistenza.

Federico Vittorini, figlio di Vincenzo – medico e già consigliere comunale – è il Giovin Signore: “Quel destino che “Nessuno di noi conosce, ma che dobbiamo affrontare consapevolmente e consapevoli che tutto può succedere. Soprattutto, poi, bisogna essere forti e non piangersi addosso, ma guardare avanti”. Ha guardato avanti e alla vita che restava, dieci anni fa come oggi, Federico Vittorini. Lui, 24 anni, studente di Filosofia e Teoria dei Processi Comunicativi all’Univaq, ha saputo scrutare lontano: oltre le gru, le macerie e le crepe di un ricordo indelebile. Musicista per passione, membro del gruppo ‘Lingue’, Federico sta lavorando al suo secondo album.

X