L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

AMA, 1 milione e 200mila euro dal Comune: il Consiglio dice sì

Il Consiglio comunale approva la variazione di bilancio: dal 2019 al 2021 assicurati 1 milione e 267mila euro all'AMA.

L’AQUILA – Approvata la variazione di bilancio per assicurare all’AMA un’entrata di 1 milione e 267mila euro per le anunalità 2019-2020-2021. Ma non mancano i mal di pancia nella maggioranza.

“Per l’ultima volta a scatola chiusa”, la maggioranza in Consiglio comunale ha approvato (20 sì, 8 no) la variazione di assestamento generale e la salvaguardia degli equilibri del bilancio di previsione 2019-2021. La variazione riguarda, in particolare, entrate per complessivi circa 14 milioni e 800mila euro, di cui 14milioni e 300mila provenienti da fondi Cipe, e un ulteriore stanziamento di 1 milione e 267mila euro in favore della società partecipata AMA (Azienda per la mobilità aquilana) per l’adeguamento del contratto di servizio di trasporto pubblico locale. L’atto deliberativo è stato illustrato in aula dal vice sindaco, con delega al Bilancio, Raffaele Daniele.

La maggioranza, quindi, ha votato il provvedimento, anche se non sono mancate le ormai consuete critiche; in paricolare, diversi esponenti della maggioranza hanno espresso il disagio di dover votare senza conoscere i dettagli un provvedimento, che era stato anticipato dall’assessore Carla Mannetti in conferenza stampa. Un “modus operandi” che non è piaciuto soprattutto ai consiglieri Luciano Bontempo, Roberto Junior Silveri, Ferdinando Colantoni e Giorgio De Matteis. “Si tratta di un voto obbligato – ha poi sottolineato il capogruppo della Lega, Francesco De Santis – per spirito di responsabilità siamo costretti a votare un provvedimento per accantonare dei fondi per l’AMA e ci facciamo carico, insieme all’amministratore unico della partecipata, di organizzare una riunione con i consiglieri comunali per illustrare la situazione. Stiamo cercando di salvare una società martoriata dai 10 anni di amministrazione precedente e oggi ci viene richiesto un taglio su altri servizi. Non ci fa certo piacere, ma lo dobbiamo fare”.

“Votiamo a favore – ha poi dichiarato Giorgio De Matteis – ma vogliamo sentire quali sono i progetti per il futuro dell’AMA”.

Insomma, al centro delle tensioni di maggioranza, ancora l’operato dell’assessore Carla Mannetti, oggi assente in Aula. Tensioni che però non hanno impedito ai consiglieri di votare a favore del provvedimento.

Via libera, questa volta all’unanimità, ad una mozione presentata dal consigliere Giorgio De Matteis (capogruppo Forza Italia), con la quale si impegna il sindaco, anche in qualità di presidente del Comitato ristretto dei sindaci della Asl della provincia dell’Aquila, “a convocare un tavolo istituzionale per chiedere all’assessore regionale alla Sanità una celere individuazione della funzionalizzazione tra i presidi ospedalieri di Teramo e L’Aquila che segua, in sincronia, quella già effettuata per gli ospedali di Pescara e Chieti”. La mozione è stata emendata, su proposta del consigliere Paolo Romano (capogruppo Il passo possibile), sottoscritta anche da altri consiglieri, con la richiesta, al presidente del Consiglio comunale, di un Consiglio straordinario sulla sanità, alla presenza del presidente della Regione Abruzzo e dell’assessore regionale alla Sanità.

Il Consiglio comunale, su proposta della consigliera Ersilia Lancia (FdI), si era aperto con un minuto di silenzio in memoria del vice brigadiere dei Carabinieri Mario Cerciello Rega, e con la surroga della consigliera Chiara Mancinelli, subentrata all’assessore Maria Luisa Ianni, entrambe di Forza Italia.

X