IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Sport

Torna il ‘Torneo dell’Amicizia Vincenzo Zauri’: un ricordo chiamato sorriso

Partirà il 14 luglio il Torneo dell'Amicizia Vincenzo Zauri, a Pescina, in ricordo del giovane 15enne che perse la vita nel 2013 in un tragico incidente. La forza, nel dolore, per riscrivere una storia di bene.

Un sorriso, da qui fino al cielo. Ai nastri di partenza il torneo dedicato al ricordo di Vincenzo Zauri, a Pescina, che farà del bene, una volta in più.

Fischio d’inizio il 14 luglio per il Torneo dell’Amicizia Vincenzo Zauri. Tre categorie, Over e Under 18 maschile e la Categoria femminile, si sfideranno nel torneo giunto alla sua edizione numero sei. Si punta a raggiungere in totale 15 squadre. Le formazioni iscritte saranno divise in gironi, estratti tramite sorteggio, per ogni singola categoria, e poi si passerà alla fase conclusiva, a eliminazione diretta.

locandina vincenzo zauri torneo

Gran finale del torneo prevista per il 27 luglio prossimo. Ogni partita si disputerà nella cornice casalinga del Barbati di Pescina. Il torneo si fermerà, ma solo per una pausa, nei giorni 19, 20 e 21 luglio, per la concomitanza dell’evento Festa della Birra, organizzato dalla Pro Loco di Pescina.

Iscrizioni ancora aperte, la scadenza è fissata per domani, venerdì 12 luglio, alle ore 20. Ogni squadra dovrà essere composta da un minimo di 5 a un massimo di 8 giocatori.

Nel torneo sorrisi, sport e sorprese benefiche nel nome di Vincenzo

Qualche serata di sport tra amici, conoscenti, tra tutti quanti vorranno ricordare Vincenzo Zauri, il giovane pescinese che perse la vita in un tragico incidente sul suo motorino, il 4 luglio del 2013. Dalla strada, che lo ha tolto all’affetto della sua famiglia e di quanti lo ricordano, oggi e sempre – con il sorriso a illuminargli il volto, giovane e pulito – al campo da calcio. Per ridere, scherzare e sfidarsi, in maniera sana e solidale, come spiega chi Vincenzo, da sei anni a questa parte, non lo ha dienticato neanche per un attimo: Pierluigi Prosia, organizzatore del torneo.

«Il torneo dell’Amicizia Vincenzo Zauri ha come obiettivo la beneficenza, del resto è nato per questa missione. Raccoglieremo fondi attraverso le squadre iscritte e soprattutto attraverso gli sponsor. Lo scorso anno sono stati più di 100 e speriamo siano numerosi anche quest’anno. Stiamo ricevendo un grande sostegno dalle realtà, non solo locali, ma provenienti dalla Marsica e dall’intera provincia. Sarà un’edizione accompagnata da diversi sogni del cassetto, che, però, resteranno segreti almeno fino alla sera della finale del torneo».

Progetti, che andranno ad aggiungersi a quelli già realizzati nelle passate edizioni, pensati al fianco di chi dal tragico incidente del 2013 ha perso per sempre un figlio, poco più che bambino, Mirko Zauri, il papà di Vincenzo, che affianca Pierluigi nell’organizzazione dell’evento. In passato, infatti, grazie ai proventi del torneo è stato prestato aiuto a una ragazza in difficoltà, sono stati acquistati due defibrillatori installati uno a Pescina, l’altro nella frazione di Venere. Inoltre è stata realizzata, nel 2016, una nuova area sportiva intitolata proprio a Vincenzo Zauri, con l’indispensabile e prezioso contributo della famiglia del giovane.

Sarà, allora, un evento di unione e nostalgia, per un sorriso luminoso volato via troppo presto. A Pescina, però, tutti sanno che neanche il tempo, sospinto dal vento più forte, riuscirà mai a spegnere un ricordo, quello che di Vincenzo Zauri porta il nome, il volto e gli occhi, che guarderanno mille sorrisi splendere per lui.

X