L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Caso Di Gregorio, Vicini convoca la V Commissione

RSU evitano il tavolo sindacale e tirano in ballo la V commissione.

L’AQUILA – La presidente Elisabetta Vicini convoca la V Commissione di Garanzia e controllo. Il caso Di Gregorio all’ordine del giorno.

Dopo la tesa riunione di ieri, a porte blindatissime, cresce la tensione tra RSU e amministrazione comunale, iniziata – come anticipato dal Capoluogo.it – con il caso del funzionario Mario Di Gregorio, che denunciava “comportamenti persecutori” nei propri confronti.

Come ricostruito dal Capoluogo.it, il funzionario del Comune, nonchè Rsu, è stato distaccato temporaneamente nell’azienda GSA S.p.a. con funzioni di coordinatore dell’ufficio tecnico, dal 5 agosto 2018 al 5 aprile 2019.  Di Gregorio ‘denuncia l’assegnazione presso l’ufficio Convenzioni Urbanistiche, subito dopo il rientro dal distacco in GSA, senza l’affidamento di alcuna pratica’ ed ha convocato la riunione delle RSU.

Secondo alcune indiscrezioni, la riunione di ieri sarebbe stata particolarmente tesa, ma al momento bocche cucite da parte delle RSU, che si riservano di gestire “a freddo” la delicata vicenda. A far salire la tensione, la precedente riunione della stessa RSU, i cui verbali sono finiti sul tavolo della V Commissione di Garanzia e Controllo, che la presidente Elisabetta Vicini, ha convocato per il prossimo 4 luglio. All’ordine del giorno: Verifica atti di Giunta comunale relativi al dipendente ing. Mario Di Gregorio. Per l’occasione, è stata richiesta la presenza del sindaco Pierluigi Biondi, del Segretario Generale, dell’assessore al personale, del dirigente al personale e delle RSU.

Insomma, una volta saltato il tavolo sindacale, con il convolgimento della V commissione, naturalmente i rapporti tra le parti si sono ulteriormente deteriorati, portando all’infuocata riunione di ieri.

Lega L’Aquila, capogruppo Francesco De Santis: “Rapporti tra amministrazione e sindacati tornino propositivi, nessun ricatto ai lavoratori.”

In merito alla vicenda si è espresso anche il capogruppo Lega L’Aquila, Francesco De Santis.

«Auspichiamo che i rapporti tra Sindacati ed Amministrazione tornino ad essere di confronto propositivo e condivisione. Noi siamo l’Amministrazione attiva di questa città, ed abbiamo perciò la responsabilità di governare i processi amministrativi e politici dell’Aquila. La Lega, che in ogni circostanza ha dimostrato essere forza di governo e di responsabilità, è da sempre a disposizione dei lavoratori per dialogare e confrontarsi. In ballo ci sono numerosi temi sul personale, dai precari che confidano nel buon governo e nel lavoro di questa Amministrazione di centrodestra per la tutela del proprio futuro, ai vincitori del concorso Ripam ed ai dipendenti storici che soffrono problemi di carenza di organico, e tutti attendono delle soluzioni.»

X