IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Ana Abruzzo, 5mila penne nere si sono radunate a Sulmona fotogallery

Cinquemila penne nere si sono radunate a Sulmona, l'intervista al presidente regionale dell'ANA ABRUZZO Pietro D'Alfonso

SULMONA – Cinquemila penne nere si sono date appuntamento nel week-end nel capoluogo peligno, l’intervista al Presidente ANA Abruzzo

Successo per il raduno regionale dell’Associazione Nazionale Alpini, oltre 5mila penne nere hanno sfilato per il centro storico di Sulmona. Prima del corteo, abbiamo intervistato il Presidente dell’ANA Abruzzo Di Stefano.

Raduno Alpini Sulmona, intervista al Presidente Pietro D’Alfonso

Ana in raduno, le Truppe Alpine dal 1972 al servizio della montagna

I compiti operativi ed addestrativi delle Truppe Alpine e lo scenario naturale nel quale esse operano, hanno reso indispensabile la presenza di una struttura in grado di fornire ai propri reparti il supporto informativo necessario per garantire loro una cornice di massima sicurezza alle attività addestrative ed operative che si sviluppano in montagna.

In tale contesto ed a seguito di numerosi incidenti da valanga, dal 1972, il Servizio Meteomont si inserisce nel quadro più ampio del concetto di prevenzione, sicurezza e soccorso in montagna che da sempre è parte integrante delle attività delle Truppe Alpine. La necessità di disporre quotidianamente di informazioni meteorologiche aggiornate condusse naturalmente e sin dall’inizio a stabilire rapporti di collaborazione con il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare. La frequentazione della montagna ed il comune interesse per tutti gli aspetti che ne caratterizzano la sicurezza portò poi all’incontro ed alla collaborazione tra alpini e Forestali (oggi Carabinieri) e così anche quest’ultimi avviarono nel 1978 un proprio Servizio Meteomont che, integrato con quello già esistente delle Truppe Alpine, dal 2005 ha dato vita ad un Servizio nazionale di prevenzione e previsione valanghe in grado di coprire tutte le aree montuose italiane comprese quelle in cui non sono presenti reparti alpini (Appennini e Sicilia).

X