IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

L’Aquila, alla ricerca del parcheggio perduto

Passeggiata di ricognizione con l'assessore Mannetti alla ricerca dei parcheggi in centro. Con numeri alla mano e buona dose di tolleranza, i posti disponibili in città.

L’Aquila, alla ricerca del parcheggio perduto.

 
L’assessore alla mobilità del Comune dell’Aquila, Carla Mannetti, si è prestata eccezionalmente per Il Capoluogo come Cicerone in un giro per la città.

Obiettivo della passeggiata: indurre gli aquilani a trovare una soluzione alternativa per trovare agevolmente un parcheggio.

Con il direttore Roberta Galeotti, l’assessore si è messo in cammino dalla piazza di San Bernardino, dove è stata rimossa la casetta di legno post sisma.

Al momento i posti disponibili censiti sono 26 ma diventeranno più di 30.

Mentre si assiste al passaggio della navetta messa a disposizione dall’assessore a favore dei commercianti del centro, il bus elettrico che passa ogni 20 minuti, si parla di buone soluzioni , come il disco orario, già sperimentato anche in via Alcide De Gasperi con successo.

A proposito di parcheggi, Santa Maria di Farfa è una zona in cui si può parcheggiare, oltre a via Pescara, via Tagliacozzo, Piazza Chiarino, Piazza San Silvestro e a Strinella 88 dove ci sono 80 posti al terzo piano sotterraneo. Soluzioni che spesso gli aquilani non immaginano o non conoscono.

Salendo da Strinella 88 ci sono 36 posti lineari; 31 sono i parcheggi davanti all’Infopoint alla Fontana Luminosa e 45 posti a san Basilio, davanti all’Università.

Molti i parcheggi anche su viale Duca degli Abruzzi.

Durante la passeggiata ci si accorge che in molte zone c’è ancora la segnaletica pre-sisma. In altre manca segnaletica verticale e orizzontale.

Per questo c’è anche molta tolleranza al momento.

L’assessore spiega che “l’amministrazione è intenzionata a ripristinare il senso unico in via Zara. Ripristinando il senso unico, si recupererebbero dei parcheggi.”

Delle ulteriori considerazioni sull’utilità dell’isola pedonale dei Venerdì in centro per le famiglie e sui flussi di automobili dopo le 17: nella fase conclusiva della passeggiata si nota come dopo le 17 (e cioè l’uscita dal centro delle maestranze) molti posti si liberino effettivamente.

Una città da scoprire e di cui fruire in maniera razionale, soprattutto in materia di mobilità e parcheggi.

X