IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Bergamo, carabiniere di Sulmona falciato e ucciso a un posto di blocco

Carabiniere di Sulmona falciato e ucciso da un uomo alla guida in stato di ebbrezza durante un controllo a Bergamo.

Falciato e ucciso a un posto di blocco: l’Arma dei Carabinieri di Bergamo in lutto per la morte di Emanuele Anzini, appuntato 41enne originario di Sulmona.

La vittima come riporta L’eco di Bergamo, è stata falciata e uccisa durante dei controlli avvenuti questa notte a Termo d’Isola, in provincia di Bergamo, durante un normale pattugliamento, lungo via padre Albisetti, la strada provinciale che da Presezzo e Bonate Sopra porta a Sotto il Monte.

Emanuele Anzini, appuntato della Radiomobile di Zogno e figlio di un carabiniere, lascia una bambina che vive a Sulmona con la mamma.

Emanuele Anzini

Sembrava una normale notte di controlli quella di ieri, poco invece prima delle 3 la tragedia: un’utilitaria guidata da un cuoco 34enne della zona risultato poi in stato di ebbrezza gli è piombata addosso e lo ha trascinato per una cinquantina di metri, senza lasciargli scampo.

La forza dell’impatto è stata violentissima tanto da distruggere i vetri della macchina; immediato l’allarme via radio da parte del collega che era con Anzini.

Sul posto sono arrivate l’automedica e due ambulanze, ma per il carabiniere non c’era ormai più nulla da fare.

Il conducente è stato arrestato per omicidio stradale e aveva già un precedente: l’anno scorso gli era stata tolta la patente per un mese per omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza.

“Un’ottima persona e un ottimo elemento”, sono le parole di cordoglio del comandante provinciale, il colonnello Paolo Storoni.

Del caso si occupa la polizia stradale di Bergamo.

Carabiniere ucciso: il cordoglio del presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio

“Ho appreso con profondo dolore la notizia del tragico episodio di Terno d’Isola, nel bergamasco, dove è rimasto ucciso l’appuntato dei Carabinieri del Nucleo radiomobile Emanuele Anzini, originario di Sulmona. In questa dolorosa circostanza desidero esprimere la mia solidale vicinanza all’Arma dei carabinieri e la commossa partecipazione ai familiari dell’appuntato”, sono le parole di cordoglio del presidente Marco Marsilio.

X