L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

GSSI, la prorettrice Faggian eletta Vicepresidente della Società Italiana degli Economisti

Alessandra Faggian, prorettrice e direttrice dell'Area di Social Sciences al GSSI è stata eletta Vicepresidente della SIE - Società Italiana degli Economisti

Alessandra Faggian, prorettrice e direttrice dell’Area di Social Sciences al GSSI è stata eletta Vicepresidente della SIE – Società Italiana degli Economisti (https://www.siecon.org).

Fondata nel 1950, la SIE promuove la ricerca economica e la sua discussione e diffusione.

“Sono molto onorata di questa carica prestigiosa e della fiducia affidatami dai miei colleghi”, commenta la Prof.ssa Faggian.

I risultati della votazione conclusasi il 6 giugno e approvati nella seduta del Consiglio di Presidenza del 10 giugno 2019, hanno decretato il prossimo 23° Consiglio di Presidenza (2019-2022), che entrerà in carica il 26 ottobre e rimarrà attivo fino al 2022, così composto:

Presidente: Prof. Alberto Zazzaro
Vicepresidenti: Prof.ssa Alessandra Faggian; Prof. Donato Romano
Consiglieri: Dott. Andrea Brandolini; Prof. Luigi Marengo; Prof.ssa Carla Massidda; Prof. Sandro Montresor; Prof. Marcello Signorelli
Segretario Generale: Prof. Marco Cucculelli

“Hanno espresso il voto 368 soci, il miglior risultato di partecipazione raggiunto nella storia della SIE”, ha reso noto la Società.

“Esprimo vive congratulazioni – ha commentato il sindaco Pierluigi Biondi –  alla prorettrice del Gran Sasso Science Institute, Alessandra Faggian, per l’elezione a vice presidente della Società Italiana degli economisti. Un riconoscimento di assoluto prestigio che premia la preparazione e la qualità del lavoro della professoressa Faggian e, al contempo, l’altissimo livello della didattica, delle attività di formazione e ricerca che si svolgono nelle aule del Gssi. Solo qualche giorno fa il rettore, Eugenio Coccia, è stato designato per entrare a far parte del Consiglio dell’Agenzia spaziale italiana, oggi la comunità scientifica cittadina può vantare un ulteriore importante riconoscimento per un’altra sua illustre rappresentante”.

X