L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

L’Aquila, terminato lo sfalcio d’erba nelle scuole, da oggi si pensa a progetti CASE e MAP

Non si è potuto procedere prima a causa delle abbondanti piogge delle ultime settimane. Taranta "Da oggi, 29 maggio, inizia la cura del verde presso progetti CASE e MAP".

Terminato lo sfalcio dell’erba nelle scuole, inizia oggi la cura del verde presso progetti CASE e MAP.

 
«Le abbondanti piogge delle ultime settimane hanno reso praticamente impossibile continuare con il consueto sfalcio dell’erba in molte zone della città e delle frazioni. Ci scusiamo con i cittadini per questo fastidioso contrattempo, ma che, ribadisco è stato indipendente dalla volontà di questa Amministrazione – a riferirlo è l’assessore alle Politiche Ambientali Fabrizio Taranta –. A risentire maggiormente di tale increscioso inconveniente sono indubbiamente i residenti nei vari progetti c.a.s.e. e m.a.p. le cui abitazioni sono prevalentemente circondate dal verde, verde che grazie a questo clima piovoso è cresciuto rapidamente e a dismisura.»

«Del resto, pur volendo intervenire nel taglio dell’erba, nonostante la pioggia, ci saremmo trovati di fronte ad un lavoro totalmente inutile e di brevissima durata, che l’Amministrazione avrebbe dovuto ripetere a stretto giro, con conseguente dispendio di energie e soprattutto di spesa.»

«Nonostante il maltempo siamo riusciti comunque ad ultimare gli interventi presso tutti i plessi scolastici, in modo tale da rendere più fruibili e salubri gli spazi per i nostri ragazzi.»

«Premesso ciò e confidando in previsioni meteo più favorevoli abbiamo iniziato proprio oggi con lo sfalcio del verde presso il complesso di Sant’Antonio, per poi procedere con i nuclei più popolosi sia nella zona ovest che, contemporaneamente, in quella est e, a seguire, con tutti gli altri: Coppito 3, Cese di Preturo, Sassa NSI, Pagliare di Sassa, Roio 1 e 2 – per la zona ovest; Bazzano, S. Elia 1 e 2, Gignano, Paganica 1 e 2, Tempera, Camarda, Assergi – per la zona est. Infine, terminato il taglio dell’erba più urgente nelle aree abitate, si procederà immediatamente anche alla sistemazione di quelle non abitate.»

X