IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Europee, l’Abruzzo premia la Lega: i risultati

La Lega vola in Abruzzo, giù i 5Stelle, Pd non supera il 20%. Anche nelle elezioni Europee l'Abruzzo premia la Lega: tutti i risultati

Europee, in Abruzzo la Lega è primo partito: gli abruzzesi con il voto espresso alle elezioni Europee hanno premiato il partito guidato da Salvini, saldamente sopra al 30%.

Alle 9, con meno di cento sezioni che mancano all’appello, la Lega ha raccolto il 35,34% delle preferenze.

La regione Abruzzo si conferma “roccaforte” della Lega nel centrosud: è l’unica regione della circoscrizione meridionale nella quale è primo partito. Nelle altre, il primo partito è quello del Movimento5Stelle.

Male i 5Stelle anche in Abruzzo che però restano al di sopra del 20%, con il 22,3% dei voti.

Di contro, il Partito Democratico arriva al 17%, registrando sì un trend in ascesa rispetto alle passate elezioni ma non raggiungendo le percentuali nazionali.

Buono il risultato di Fratelli d’Italia anche in Abruzzo: il partito guidato da Giorgia Meloni raggiunge il 7%.

Risultato deludente per Forza Italia che, nonostante il traino di Berlusconi, arriva al 9,41% in Abruzzo.

Non raggiungono invece la soglia del 4% +Europa (2%), La Sinistra, Europa Verde e Partito Comunista, tutti con l’1%, e gli altri partiti (Partito Animalista , Popolo della Famiglia, Casapound Italia, Popolari per l’Italia, Forza Nuova, Partito Pirata)

Alle 14 inizierà lo spoglio per le amministrative

Europee Abruzzo, crolla affluenza

Crolla l’affluenza in Abruzzo, con il 52,61 per cento alla chiusura dei seggi in Abruzzo, 12 punti sotto le elezioni europee del 2014.

Il trend abruzzese si conferma anche a L’Aquila, dove sono andati a votare il 49,83% degli aventi diritto: alle precedenti consultazioni erano andati a votare il 57,51. 

Alle 12 nel capoluogo di regione aveva votato il 12,45%, alle 19 il 36,80%.

Questi alcuni precedenti elettorali di affluenza alle urne, sempre riferiti al Comune dell’Aquila:
Regionali 2019: 58,29%
Politiche 2018 (Camera dei Deputati): 76,48%
Comunali 2017 (primo turno): 67,77%
Referendum costituzionale del 4 dicembre 2016: 70,17%
Europee 2014: 57,51%

Elezioni europee: l’Abruzzo gregario ”premia” la Lega, bagno di voti per Casanova, buono Movimento 5 stelle, risale il Pd.

L’Abruzzo non  avrà una rappresentanza locale a Strasburgo; questo il primo dato rilevante delle ultime elezioni europee. La regione comunque si conferma “roccaforte” del partito di Matteo Salvini nel Centrosud: è l’unica della circoscrizione nella quale è primo partito, con un “bagno” di voti per Massimo Casanova, originario di Bologna, da anni trapiantato a Lesina sul Gargano in Puglia, ma operativo a Milano Marittima, nel campo del divertimento.

L’Abruzzo, va ricordato, rientra nella “grande” circoscrizione del Sud; il dato regionale dell’affluenza registra un calo di circa 12 punti rispetto al 2014, con circa il 52, 61%.

Nelle altre regioni nonostante il calo percentuale sempre avanti Movimento 5 stelle che si attesta circa sul 20%.

Ecco i voti dei candidati abruzzesi su base regionale:

Per la Lega Matteo Salvini entra anche con i voti degli abruzzesi, Massimo Casanova (64288), l’aquilana Elisabetta De Blasis (26409), il teatino Antonello D’Aloisio (10362).

Per il Movimento 5 Stelle, l’ex consigliere regionale Gianluca Ranieri (27593), la pennese Valeria Di Nino (18095), per il Partito Democratico Leila Kechoud (9280), Per Forza Italia Paola Di Salvatore (7615)), Per Fratelli d’Italia l’abruzzese di Pescina e ex sindaco di Trasacco, Mario Quaglieri, (6659).

Per +Europa l’ex consigliere regionale di Pineto Luciano Monticelli (2808), e l’ex parlamentare vastese Daniela Aiuto (2984). Per La Sinistra, la pescarese Violetta Arcuri (2036), per Europa Verde, Maurizio Pendenza (561), originario di Avezzano, per il Popolo della Famiglia Diego Amedeo Ciancetta (539), libero professionista ha sempre vissuto a San Giovanni Teatino (Chieti) e la teramana Federica Lupi, (595).

Per Casapound, Claudia Pagliariccio (680), aquilana candidata sindaco alle amministrative del 2017 e Laura Cavaliero (450), avvocato di Spoltore (Pescara). Per Forza Nuova Alessio Feniello (429), originario di Salerno, padre di Stefano, una delle 29 vittime di Rigopiano, condannato per aver violato i sigilli del luogo della tragedia dove aveva portato i fiori a suo figlio e Caterina Doronzo (191), di Montesilvano, è stata candidata come consigliere comunale alle amministrative nella sua città nel 2007 e nel 2012.

Europee Abruzzo, i più votati

I candidati più votati in Abruzzo – inserito, lo ricordiamo, all’interno della circoscrizione meridionale – e aggiornati alle 9, quando sono state scrutinate 1508 sezioni su 1633, sono

Per la Lega Matteo Salvini (49931), l’aquilana Elisabetta De Blasis (18602 in regione, 24839 complessivi), Massimo Casanova (10037, 62590 complessivi), il teatino Antonello D’Aloisio (8103, 8665 complessivi).

Per il Movimento 5Stelle , Chiara Maria Gemma (2865 in regione, 82019 complessivi), l’ex consigliere regionale Gianluca Ranieri (15174, 26031 complessivi), la pennese Valeria Di Nino (13028, 16707 complessivi),

Per il Partito Democratico Franco Roberti (7320), Pina Picierno (5866), la pescarese Leila Kechoud (6538/8807 complessivi), Andrea Cozzolino (5544), Paolucci Massimo (4151)

Per Forza Italia Silvio Berlusconi (16653), Aldo Patriciello (5181), Paola Di Salvatore (4907/7201 complessivi), Lorenzo Cesa (2742).

Per Fratelli d’Italia Giorgia Meloni (13306), poi l’abruzzese (di Pescina) Mario Quaglieri (5942/6428 complessivi), Stella Mele (3041), Caio Mussolini (3281).

Per +Europa l’ex consigliere regionale, di Pineto, Luciano Monticelli (2470), e l’ex parlamentare vastese Daniela Aiuto (776)

Per La Sinistra Eleonora Forenza (1837), Europa Verde Maurizio Pendenza (457), Partito Comunista Marzo Rizzo (948), Partito Animalista Cristiano Ceriello (83), Popolo della Famiglia Federica Lupi (465 voti per la teramana), Casapound Italia Simone Di Stefano (903) e l’aquilana Claudia Pagliariccio (527), Popolari per l’Italia Mario Walter Mauro (292), Forza Nuova Alessio Feniello (202), Partito Pirata Luigi Di Liberto (70).

Elezioni europee, così si è votato a L’Aquila

L’Aquila, inserita nella circoscrizione meridionale, in linea con il trend nazionale. La Lega Salvini primo partito, forte del 31,91%, con 8967 voti. Segue il Partito Democratico, appaiato ad un 21,93% con 6161 voti ottenuti. 14,67 % il Movimento 5 Stelle, con 4121 voti totali.

Elezioni europee, nessun aquilano a Strasburgo.

Il candidato abruzzese più votato alle elezioni europee è Gianluca Ranieri (M5S), ma la “concorrenza” delle altre regioni è troppo forte. Non ci saranno parlamentari abruzzesi in Europa.

Con 27593 preferenze è l’ex consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Gianluca Ranieri, il candidato della provincia dell’Aquila più votato alle elezioni europee. Un buon risultato che però non basta per l’elezione al Parlamento europeo.

Niente da fare, quindi, anche per gli altri candidati della provincia dell’Aquila. Elisabetta De Blasis raccoglie 26414 preferenze, mentre per Forza Italia, Paola Di Salvatore raccoglie 7629 preferenze. Mario Quaglieri di Fratelli d’Italia incassa 6659 voti e Claudia Pagliariccio (CasaPound) 680. Chiude Maurizio Pendenza (Europa Verde) con 563 prederenze.

Elezioni europee, i risultati nell’Alta Valle Aterno.

Quasi il 40% dei voti per la Lega di Matteo Salvini a Pizzoli, il paese di Vittorio Giorgi in cui soggiornarono anche i Ginzburg. Il partito di Salvini si afferma con decisione anche nell’Alto Aterno.

Storica roccaforte del centrosinistra, anche Pizzoli cede all’ondata di consenso per la Lega che, nel paese di Vittorio Giorgi arriva quasi al 40%. Il dato finale, infatti, si attesta al 39,44% (601 voti) per la Lega. Movimento 5 Stelle secondo partito a Pizzoli, con il 17,26% (263 voti). Solo terzo il Pd con il 16,86% (257 voti). Seguono Fratelli d’Italia con il 10,63% (162 voti), Forza Italia con l’8,86% (135 voti), La Sinistra con 2,30% (35 voti), +Euopa con 1,38% (21 voti), Partito Comunista con 1,18% (18 voti), Europa Verde con 0,85% (13 voti), CasaPound 0,52% (8 voti), Partito Animalista 0,46% (7 voti), Partito Pirata 0,13% (2 voti), Forza Nuova 0,07% (1 voto), Popolo della Famiglia 0,07% (1 voto).

Il trand si conferma sostanzialmente in tutti i comuni dell’Alto Aterno. A Montereale la Lega arriva al 42,92%, il Pd al 14,80%, Forza Italia al 14,27%, il M5S al 14,16%, Fratelli d’Italia 9,20%, CasaPound 1,06%, Partito Comunista 0,85%, +Europa 0,74%, La Sinistra 0,74%, Europa Verde 0,42%, Partito Animalista 0,32%, Partito Pirata 0,21%, Partito della Famiglia 0,21%, Popolari per l’Italia 0,11%.

A Capitignano la Lega prende il 35,14%, il M5s il 23,94%, il Pd 13,90%, Forza Italia 10,42%, Fratelli d’Italia 8,49%, Partito Comunista 3,09%, Casapound 2,70%, Europa Verde 1,16%, Partito Pirata 0,77%, La Sinistra 0,39%.

A Barete Lega al 42,22%, Fratelli d’Italia al 16,67%, Forza Italia 14,07%, Movimento 5 Stelle 12,59%, Pd 10%, +Europa 1,48%, Europa Verde 0,74%, La Sinistra 0,74%, CasaPuond 0,74%, Partito Animalista 0,37%, Partito Pirata 0,37%.

A Cagnano Amiterno Lega al 40,53%, Movimento 5 Stelle 20,16%, Partito Democratico 16,90%, Forza Italia 13,03%, Fratelli d’Italia 4,07%, La Sinistra 1,43%, Partito Comunista 1,22%, +Europa 0,81%, Partito Animalista 0,41%, Casapound 0,41%, Popolo della Famiglia 0,41%, Europa Verde 0,20%, Forza Nuova 0,20%, Partito Pirata 0,20%,

Nello speciale Elezioni Europee de Il Capoluogo i dati aggiornati e tutte le preferenze 

Tutti i risultati delle Elezioni Europee nella Circoscrizione Meridionale 

 

 

(in aggiornamento)

 

 

X