IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Avezzano, costruire un’azienda di successo: a scuola di marketing territoriale

Come costruire un'azienda di successo, l'incontro ad Avezzano. Costi e strategie marketing, con l'esempio di una multinazionale calata sul territorio.

«Capacità e opportunità per un’azienda di successo.

Scuola sulle politiche aziendali, tra costi e produttività, ad Avezzano, nel convegno promosso da Ancos Confartigianato.

Un evento sulla scia del programma omonimo, già svolto nell’arco di tre mesi, nelle scuole della città – promosso proprio da Confartigianato – e che ora uscirà dalle aule, per aprirsi alla realtà imprenditoriale del territorio.

Organizzazione aziendale e marketing territoriale, cioè come si muove una multinazionale sui vari territori. Si parlerà di questo e di molto altro venerdì, a partire dalle 16,30, fino alle 19,30, all’interno della sala Montessori ad Avezzano, nell’evento intitolato: “Come costruire un’azienda di successo – Capacità e opportunità nella società moderna“. L’incontro sarà aperto dai saluti del presidente di Confartigianato Imprese Avezzano, Lorenzo Angelone. Relatori del convegno il sindaco di Avezzano, Gabriele De Angelis, presente nella duplice veste di primo cittadino e imprenditore, il dottor Gaetano Miranda, licenziatario del McDonald’s di Avezzano e dell’Aquula, e il dottor Valerio Dell’Olio, Presidente dell’Ordine dei Commercialisti di Avezzano.

«Nozioni teoriche e pratiche allo stesso tempo, che faranno riferimento ad un quadro concreto, in cui si relazionerà sull’organizzazione di un’azienda multinazionale, in questo caso calata sul territorio avezzanese. Dettagli dell’organizzazione aziendale e del conseguente marketing territoriale, con un focus sulla gestione di un’azienda e sulle strategie di differenziazione del settore marketing in conseguenza al diverso scenario d’azione», ha spiegato Gaetano Miranda alla redazione del Capoluogo.

Come costruire un’azienda di successo, le argomentazioni in programma

come costruire un'azienda di successo

Tra i temi che saranno affrontati, infatti, ci saranno: la programmazione e la riduzione dei costi aziendali, la politica dei costi e la riduzione delle spese, lo studio delle politiche del lavoro e la produttività del personale, il rapporto dell’azienda con il territorio, la città del futuro parallelamente all’evoluzione contemporanea della società, strategie di attrattività ed ecosostenibilità, i principi generali per l’organizzazione delle attività commerciali e le tecniche di economia e di mercato.

«Una città bella e curata risulta attrattiva a chi sceglie di investire nel nostro territorio. Avezzano avrà un centro completamente riqualificato, dove le famiglie potranno trascorrere del tempo, intrattenersi nelle attività commerciali e essere avviate verso un esempio di città con mobilità sostenibile – dichiara il sindaco di Avezzano, Gabriele De Angelis. «Un nuovo modello di città passa progetti che possono sembrare delle “piccole rivoluzioni” ma che in altre città italiane sono la prassi, come la pista ciclabile. Riqualificazione è anche la cura del verde. Non va dimenticata l’offerta culturale; anche questa strada, intrapresa grazie soprattutto alla collaborazione con gli operatori del territorio, è stata imboccata nel modo giusto. Avezzano ha il potenziale per essere attrattiva di investimenti e il percorso di innovazione intrapreso sono certo sia quello esatto».

«Società e mondo del lavoro si stanno evolvendo con una velocità incredibilmente rapida – dichiara Lorenzo Angelone, presidente Confartigianato Imprese Avezzano – da qui la necessità di studiare, analizzare e affrontare questi cambiamenti al fine di poter fornire e garantire ai nostri associati un servizio di assoluta qualità nella gestione dell’impresa ricercando, inoltre, le migliori opportunità finanziarie avvalendoci dei nostri confidi. Altresì fondamentale è, inoltre, interagire e confrontarsi anche con realtà lavorative operanti in settori differenti dal nostro. Ciò si rende necessario per allargare i propri orizzonti professionali e aprirsi, quindi, a nuove finestre lavorative».

 

 

X