L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Consiglio comunale su Centro storico, il primo passo verso la normalità

Consiglio comunale straordinario sul centro storico. La cronaca della mattinata dei lavori, tra proposte e discussioni.

Seduta straordinaria di Consiglio comunale questa mattina per la discussione riguardante il centro storico. Tanti i residenti, i commercianti e i professionisti che hanno affollato l’Aula. Quattro i punti all’ordine del giorno presentati per l’occasione.

È stato il presidente del Consiglio comunale, Roberto Tinari, a salutare i tanti cittadini del centro storico intervenuti nel Consiglio comunale convocato per discutere le criticità del centro storico. Il presidente Tinari ha salutato il momento di confronto come “primo passo verso la normalità“, nell’ottica della mediazione tra le esigenze dei fruitori del centro storico con le operazioni legate alla ricostruzione.

Quattro i documenti presentati, uno da Roberto Junior Silveri, uno da Stefano Albano, Stefano Palumbo, Lelio De Santis, Elisabetta Vicini, Giustino Masciocco, Carla Cimoroni e Angelo Mancini, uno da Americo Di Benedetto, Elia Serpetti, Paolo Romano, Antonio Nardantonio ed Emanuela Iorio, e il quarto da Francesco De Santis, Luca Rocci e De Matteis.

consiglio comunale centro storico

Ad illustrare il primo documento, Stefano Albano, che ha tenuto a sottolineare come “non abbiamo voluto cavalcare malcontento, ma abbiamo provato a costruire una discussione condivisa in Consiglio, che ha portato al miglioramento nella discussione. Ci sono questioni per le quali deve prevalere buonsenso, per questo proponiamo che questo Consiglio fissi un nuovo metodo, una nuova fase di pianificazione condivisa”. Tra le proposte, la convocazione di apposita commissione e l’individuazione di strumenti strategici per il breve e lungo periodo.

A seguire, l’intervento di Roberto Junior Silveri per presentare il secondo ordine del giorno, sottolineando priorità riguardanti pulizia e decoro, viabilità riferita anche ai mezzi pesanti, regolamentazione parcheggi, sicurezza, rilancio della ricostruzione pubblica soprattutto per i luoghi di aggregazione.

Nell’intervento di Americo Di Benedetto, invece la necessità di risposte immediate su questioni importanti, a partire da mega parcheggio, mentre Giorgio De Matteis ha puntato il suo intervento sulla rivitalizzazione delle attività economiche. Tra i contributi, anche quello del presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso.

Centro storico, parola alle associazioni dei cittadini.

Quindi parola ai rappresentanti del centro storico, con l’associazione L’Aquila Centro Storico, nella persona di Cesidio Gualtieri, che ha presentato un documento articolato in 5 punti che considerano i temi di parcheggi, vivibilità e sicurezza, trasporti pubblici.

A seguire Ugo Mastropietro, per il Movimento commercianti del Centro storico, che ha sollecitato l’amministrazione comunale sulla propria “idea di città”, rilanciando l’impegno di fare del centro storico un “centro commerciale all’aperto”. Nell’intervento di Mastropietro, le richieste avanzate dal movimento.

Il sindaco Pierluigi Biondi ha poi ringraziato i cittadini del centro storico per aver promosso il momento di confronto, per poi analizzare la situazione: “In questi 10 anni abbiamo dovuto sommare al disagio della crisi economica al cambiamento dovuto al terremoto. Gli esercizi di vicinato sono diminuiti nel 10% in tutta Italia”. A ciò vanno aggiunte le problematiche relative ai nuovi strumenti di vendita e non da ultimo quelle relative al terremoto. “Dobbiamo essere pronti a capire come declinare i nuovi paradigmi, le vostre richieste sono legittime e in parte già in fase di sviluppo”.

Sono intervenuti anche il direttore della Confcommercio, Celso Cioni, Mario Antonelli, presidente della Confesercenti della provincia dell’Aquila, Marcello De Carolis, del consiglio nazionale dei Consulenti del lavoro, il direttore generale dell’Università dell’Aquila, Pietro Di Benedetto, Giampaolo Biondi, della Cisl, Agostino Del Re, direttore di Cna, l’architetto e urbanista Angelo Patrizio, che ha redatto uno studio sui danni subiti dalle attività produttive nel periodo dell’immediato post sisma per conto di Confcommercio.

Quindi gli interventi dei sindacati e la decisione di sospendere il Consiglio per giungere a un momento condiviso e votare un unico documento per il rilancio del centro storico.

Dopo l’interruzione, è stato il consigliere Francesco De Santis a illustrare il documento condiviso che è stato votato all’unanimità. Tra i contenuti dell’odg, impegni a medio e lungo periodo: dalla regolamentazione degli orari d’ingresso per i mezzi pesanti, regolamentazione flusso del traffico degli operatori della ricostruzione, parcheggi gratuiti con disco orario, parcheggi per residenti, decoro urbano e sicurezza.

X