IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

L’Aquila c’è, commercianti uniti vanno ‘nnanzi

Commercianti uniti per la ripartenza del centro storico. Idee in campo per un futuro centro commerciale diffuso.

Il centro storico riparte e questa volta lo fa con l’unione di tutti i commercianti.

Adesione in massa a Confcommercio – l’associazione che maggiormente rappresenta chi ha scelto di investire su un centro distrutto dal sisma – e rinnovato dialogo con l’amministrazione comunale.

Nella conferenza stampa di questa mattina la presentazione di una nuova collaborazione. Una stretta di mano a tre, tra la categoria commercianti, l’associazione di Confcommercio e l’amministrazione comunale, rappresentata, nell’incontro con la stampa, dal vice sindaco Raffaele Daniele, che ha le deleghe al Commercio e alle Attività Produttive.

«Dimostreremo la nostra vicinanza ai commercianti – ha spiegato il vicesindaco nel corso della conferenza – In parte lo abbiamo già fatto con una serie di iniziative. Ad esempio stiamo lavorando per chiudere l’accordo con l’Ater per le case a Porta Leone. Abbiamo inoltre avviato il servizio bus navetta per raggiungere il centro».

Parte la fase due, «dalle divisioni si passa alle addizioni. – ha spiegato Celso Cioni di Confcommercio – Questa unione ci permetterà di crescere, perché noi dobbiamo arrivare ad avere 2mila attività in centro. Per questo è necessario che l’attività dell’amministrazione non trovi più intoppi. Ci vogliamo norme straordinarie per fronteggiare situazioni di emergenza straordinaria e ci vogliono regole che siano precondizioni per fare commercio».

Quindi il dono, da parte di Cioni, di una spilla a Ugo Matsropietro, rappresentante dei commercianti del centro, dal valore di unione simbolica. «Abbiamo deciso di fare fronte comune per creare un diaologo continuo e un confronto utile a raggiungere l’obiettivo comune della ripartenza del centro storico. Siamo consapevoli delle difficoltà dell’amministrazione, la quale, tra le altre cose, ha visto pioversi addosso i lavori dei sottoservizi. I problemi, però, vanno risolti e quindi dobbiamo avere chi governa la città al nostro fianco. Bisogna dare un segnale forte di aiuto e mettere L’Aquila in vetrina, bisogna riportare gioventù e ottimismo». Sono le parole di Ugo Mastropietro, che ha conluso: «Noi dobbiamo essere l’esempio, non parcheggiando in centro per primi».

L’Aquila, commercianti uniti per un centro commerciale diffuso

Nell’ottica della rinata collaborazione, quindi, l’idea di un centro commerciale diffuso, all’aperto, con un logo unico e una card di sconti. Le iniziative saranno iniziative uniche e i negozi avranno tutti un simbolo sulla propria vetrina, con le attività commerciali aperte anche la domenica.

 

X