IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Morte giovane mamma, arrestato il giovane coinvolto nell’incidente

Positivo all'alcool test, arrestato il giovane rimasto coinvolto nell'incidente mortale costato la vita a una giovane mamma sulla statale 260.

Positivo all’alcool test, arrestato il giovane coinvolto nell’incidente in un cui è morta una giovane mamma.

Piantonato in ospedale in attesa della convalida dell’arresto il giovane che all’alba di domenica è rimasto coinvolto nell’incidente mortale sulla statale Picente, nella zona di Pizzoli, che è costato la vita a Serena Durastante, 32 anni, sposata e madre di due bambini.

Il tremendo incidente si è verificato intorno alle 5,30 di sabato mattina sulla strada statale 260 “Picente”: l’auto della donna, una Ford Fiesta, viaggiava in direzione L’Aquila, in quanto la 32enne si stava recando al lavoro. Sulla sua strada, però, ha trovato una Ford Ka, guidata da un giovane che stava rientrando da una festa. L’impatto non ha lasciato scampo alla donna, morta sul colpo, mentre il giovane è stato trasportato in ospedale per le cure e gli accertamenti del caso.

Dagli accertamenti, però, è emerso che il giovane aveva un tasso alcolemico oltre la soglia consentita e quindi è scattato l’arresto con l’accusa di omicidio stradale, una procedura standard secondo la legislazione vigente. Il giovane è quindi piantonato in ospedale dai carabinieri, in attesa della convalida.

Intanto, come scrive Il Centro, l’avvocato Rosario Panebianco, legale del giovane, ha voluto precisare: “Il mio assistito è un giovane studente universitario di Ingegneria, non è il classico alcolista che beve e si mette alla guida. Non è dedito all’uso di alcool. Aveva partecipato a una festa a Pizzoli e nella sera in cui gli è capitato di alzare un po’ il gomito è accaduta la tragedia. […] I genitori sono affranti per la scomparsa della giovane che lascia due figli. Il mio assistito non ricorda granché, rocprda l’autovettura della vittima e che la sua auto si è girata più volte su se stessa e che l’incidente è successo dopo che aveva accompagnato a casa la fidanzata”.

X