L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Elisoccorso, il ricordo di Peppe Serpetti nelle parole della moglie Lucia

Le parole di Lucia, moglie di Peppe Serpetti, morto nell'incidente dell'elisoccorso 2 anni fa. 'Anche oggi, come sempre, preferisco ricordarti per come hai vissuto'

di Alessandra Prospero

24 gennaio

𝑁𝑒𝑙 𝑟𝑖𝑐𝑜𝑟𝑑𝑜 𝑙𝑎 𝑙𝑎𝑐𝑟𝑖𝑚𝑎
𝑝𝑢𝑟𝑒𝑧𝑧𝑎 𝑑𝑖 𝑠𝑜𝑓𝑓𝑒𝑟𝑒𝑛𝑧𝑎
𝑒𝑚𝑏𝑙𝑒𝑚𝑎 𝑑𝑖 𝑑𝑜𝑙𝑜𝑟𝑒
𝑒 𝑠𝑢𝑎 𝑐𝑜𝑛𝑠𝑜𝑙𝑎𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒.

𝐶𝑎𝑑𝑒, 𝑛𝑒𝑙𝑙’𝑎𝑏𝑖𝑠𝑠𝑜,
𝑈𝑛𝑜 𝑖𝑎𝑡𝑜 𝑔𝑒𝑛𝑒𝑟𝑎𝑡𝑜 𝑑𝑎𝑙 𝑑𝑒𝑠𝑡𝑖𝑛𝑜
𝑃𝑟𝑜𝑓𝑜𝑛𝑑𝑜, 𝑛𝑒𝑟𝑜
𝑢𝑛 𝑙𝑢𝑜𝑔𝑜 𝑠𝑒𝑛𝑧’𝑎𝑟𝑖𝑎
𝑑𝑜𝑣𝑒 𝑚𝑎𝑛𝑐𝑎 𝑖𝑙 𝑟𝑒𝑠𝑝𝑖𝑟𝑜.

𝐸𝑝𝑝𝑢𝑟𝑒 𝑙𝑎 𝑙𝑎𝑐𝑟𝑖𝑚𝑎
𝐶𝑎𝑑𝑒𝑛𝑑𝑜 𝑟𝑖𝑠𝑢𝑜𝑛𝑎
𝑈𝑛𝑎 𝑒𝑐𝑜 𝑖𝑛𝑓𝑖𝑛𝑖𝑡𝑎 𝑑𝑖 𝑣𝑜𝑐𝑖.

poesia di Lucia Orneto

Sono giorni difficili per i familiari degli eroi dell’elisoccorso, vittime dell’incidente accaduto due anni fa.

Accanto all’incomprensibile silenzio dei media e di una parte delle istituzioni vi è il silenzio di chi rimane.

La compostezza e la resistenza (più che resilienza) di chi fa quotidianamente i conti con il “dopo” perché quel 24 gennaio di due anni fa ha strappato via affetti e presenze fondamentali.

Fondamentali come quella di Giuseppe Serpetti.
Lucia Orneto, la moglie di Peppe, affida a noi le sue parole per lui.

«È facile in questa data ed in questa atmosfera ripiombare nell’angoscia di un vissuto ancora bruciante.
Il ricordo della tragedia, seppure nel dolore, spero possa sempre essere un monito ed un insegnamento per molti. Per parte mia la forza la ritrovo ogni volta che incrocio gli occhi lucidi di coloro che, quotidianamente ed intimamente, caro Peppe, ti hanno conosciuto.
Ed anche oggi, come sempre, preferisco ricordarti per come hai vissuto.»

Tua moglie

X