IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Salaria killer, il miraggio della sicurezza

Interrogazione del deputato del M5S Lorenzoni sulla Salaria, Trancassini sbotta: "Avete bocciato gli emendamenti per la messa in sicurezza".

L’esplosione di ieri al distributore, anche se non direttamente ricollegabile a incidenti stradali, riaccende i riflettori sulla pericolosità della Salaria. Il M5S presenta interrogazioni, ma Trancassini non ci sta: “Hanno bocciato gli emendamenti sulla messa in sicurezza della strada, almeno stiano zitti».

È scontro tra il deputato del M5S, Gabriele Lorenzoni, e il deputato FdI e sindaco di Leonessa, Paolo Trancassini. A suscitare le ire del primo cittadino, le parole del deputato pentastellato che – dopo la tragedia avvenuta per l’esplosione al distributore che è costata la vita a due persone – ha annunciato che qualche giorno fa è stata presentata un’interrogazione “per sollecitare la messa in sicurezza della strada statale”.

«Vogliono governare e fare opposizione allo stesso tempo – ha tuonato ai microfoni del Capoluogo.it l’onorevole Trancassini – ho presentato due emendamenti per l’ampliamento e la messa in sicurezza della Salaria e sono stati entrambi bocciati».

In particolare, spiega Trancassini, «tra gli altri avevo presentato anche due emendamenti sulla Salaria perché la nostra provincia è isolata e arteria strategica per ricostruzione post sisma. Inoltre è molto pericolosa, soprattutto verso 60° km, dove ci sono morti a ripetizione; mi sembrava l’occasione giusta per metterci dei fondi quantomeno per metterla in sicurezza. Un emendamento era legato all’ampliamento della Salaria per 100 milioni e uno per la messa in sicurezza per 60 milioni. Ero disposto a rimodulare con cifre più basse pur di assicurare almeno la messa in sicurezza, ma la strada che abbiamo proposto non ha trovato spazio in questa finanziaria di mance e mancette. Ancora più grave è che oggi dobbiamo assistere ai buoni propositi postumi del deputato 5S di Rieti che auspica un interessamento sulla Salaria. Va bene che sono i più bravi nella propaganda, ma credo che questo debba essere il momento del silenzio e forse anche quello della vergogna, visto che c’era l’occasione con questi emendamenti per un segnale concreto al territorio, così non è stato, ognuno si assume le proprie responsabilità, ma che all’indomani della bocciatura un rappresentante del partito di governo auspichi un interessamento è davvero farsesco».

(foto rainews)

X