IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Cimitero, giù l’ecomostro del loculario

Il loculario incompleto sarà abbattuto. L'ecomostro, in avanzato stato di degrado, verrà demolito. Al suo posto verrà realizzato un loculario di 2000 salme.

Sulla ricostruzione dei cimiteri dell’Aquila il Comune procede senza incertezze.

Questo quanto emerso oggi alla conferenza stampa in Comune a cui hanno preso parte il sindaco Pierluigi Biondi, il vicesindaco Guido Liris e l’assessore Emanuele Imprudente.

Come anticipato dal Capoluogo, il loculario incompleto sarà abbattuto.

L’ecomostro, che versa in avanzato stato di degrado con ferri scoperti ossidati e calcestruzzo disgregato in più punti, verrà demolito.

La demolizione avrà un costo di 250mila euro.

Dopo la redazione del progetto è stata avviata la gara di affidamento dei lavori e a breve verrà stipulato il contratto, questione di giorni.

Al suo posto verrà realizzato un loculario di 2000 salme che conterrà in primis le salme dell’edificio monumentale e poi quelle dell’edificio dei Nove Martiri, come ci aveva anticipato l’assessore Imprudente.

Il vecchio loculario, come si evince anche dal certificato di collaudo dell’ing. Verlinghieri, presenta dei difetti di costruzione:”il getto di calcestruzzo non è stato eseguito a regola d’arte e presenta in più punti un’accentuata segregazione del calcestruzzo”.

Inoltre il manufatto da abbattere, il cosiddetto ecomostro, non solo è inagibile ma è “inadatto per dimensioni a contenere le salme” come ha illustrato il sindaco Biondi.

CONF STAMPA LOCULI

Il piano comunale di ricostruzione dei cimiteri dell’Aquila ha ricevuto un importante contributo a seguito della Delibera CIPE n.24 del 28 febbraio 2018: si parla di 8,2mln di euro solo per l’edificio dei Nove Martiri.

Riconosciuti fondi anche per demolizione e ricostruzione della camera mortuaria di Roio, Camarda, Pianola, Sassa e ricostruzione loculari di Assergi e Arischia. Tali fondi sono stati inseriti in Bilancio ed è stato dato avvio alle procedure amministrative iniziare i lavori.

Quattro anni e mezzo la tempistica per portare a termine i lavori.

Terminati invece i lavori dell’Edificio 96 e approvato il progetto che riguarda San Giuseppe dei Minimi: si stanno avviando le procedure per lo spostamento delle salme.

X