IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Lega Giovani, le nomine

L'esito del primo congresso dei giovani leghisti: Francesca Lione e Flavio Cotturone affiancheranno come vice il coordinatore regionale Francesco De Santis.

Francesca Lione e Flavio Cotturone affiancheranno come vice il coordinatore regionale Lega Giovani Francesco De Santis. L’esito della prima assemblea.

Oltre cinquanta ragazzi provenienti da tutto l’Abruzzo si sono dati appuntamento lo scorso 7 e 8 settembre all’Aquila in occasione di “Viteliù”, la prima assemblea regionale giovanile promossa dal consigliere comunale e segretario regionale Francesco De Santis. Due giornate che hanno registrato confrontati su progetti e tematiche quali università, comunicazione e battaglie politiche con l’intervento di esponenti di spicco del movimento quali l’On. Andrea Crippa, segretario federale Lega Giovani, Andrea Zanelli, membro del Team web di Matteo Salvini e Alessandro Verri, responsabile nazionale Università.

Nel corso del Congresso si è inoltre ufficializzata la struttura del movimento che vede Francesca Lione e Flavio Cotturone, già segretari provinciali rispettivamente per Pescara e Marsica, affiancare De Santis come vice-regionali. Gloria Verratti, Andrea Costantini e il consigliere comunale di Silvi Bruno Valentini sono i referenti provinciali relativamente per Chieti, l’Aquila e Teramo. Alessandro Maccarone è invece il responsabile a livello regionale per quanto concerne l’università. Molti invece i militanti giovanili presenti provenienti da piccole e grandi realtà del panorama abruzzese.

«Ringrazio in primis Francesco De Santis per la fiducia in me riposta, – afferma Francesca Lione – il direttivo regionale giovanile e tutti coloro che fanno parte di questa nostra grande famiglia. Viteliù è stata la conferma di quanta voglia abbiamo di apportare un cambiamento positivo, di farci promotori delle identità dei nostri territori al fine di lavorare tutti insieme, dalla montagna alla costa, per essere un punto di riferimento chiaro per il futuro che già da oggi siamo intenzionati a costruirci e che costruiremo».

X