IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Immigrazione, sisma, centro: Destra VS Sinistra

Immigrazione, sisma, centro, tagli, il confronto tra Francesco De Santis e Stefano Albano ospiti della trasmissione PausaCaffè: capire come le ideologie politiche si ripercuotano sulle soluzioni dei problemi.

Ospiti: Francesco De Santis, consigliere comunale Noi Con Salvini – Stefano Albano, consigliere comunale Partito Democratico. Riprese: Luca Antonetti. Intervista Roberta Galeotti

-Immigrazione-

Albano: “Questione seria e nazionale. In campo c’è uno scontro tra chi dichiara e cavalca i problemi e chi affronta la questione e cerca soluzioni. Demagogia e populismo anche a livello locale. La vecchia amministrazione ha lavorato a lungo sugli Sprar”.

De Santis: “L’immigrazione va affrontata oggi, altrimenti ci ritroveremo in difficoltà tra qualche anno. I fatti di Macerata conferma che dietro la violenza ci sono dei fatti sociali che vanno studiati. Quando la Lega parla di rimpatri parla con buonsenso. Chi si trova su questo territorio ha il diritto di restarci, ma l’immigrazione come risorsa va distinta da quella che rischia di far crollare le periferie e le province delle città italiane”.

-Tagli ai servizi-

De Santis: “Si finanzia l’invasione e danneggia la staticità della nazione. I tagli portano all’esasperazione i cittadini e la scomparsa di una classe media. Pewrché l’Europa non garantisce e mantiene le promesse? L’Europa si è rivelata un inferno: si finanzia l’immigrazione e si taglia sulla sanità”.

Albano: “L’immigrazione non impoverisce gli italiani, così contribuiamo alle tensioni sociali. Il lavoro di Minniti e la battaglia italiana è stata importantissima. I flussi stanno diminuendo, l’impoverimento è altro. L’unico ammortizzatore sociale che ha un giovane in Italia è la famiglia, ma questo è altro problema che va considerato a parte”.

-L’Aquila nove anni dopo: Dov’era Com’era-

Albano: “I dati dimostrano che i flussi che regolano la ricostruzione in questo anno sono scesi: da 800milioni di euro siamo calati a 300milioni. L’amministrazione attuale se ne deve fare carico. La ricostruzione deve essere anche economica, il famoso 4% è figlio della vecchia classe dirigente che ha portato l’insediamento di  Accord così come Zte. Questo non risolve il problema lavoro, ma è un inizio”.

De Santis: “Se la vecchia amministrazione avesse lasciato più spazio ai giovani come Stefano le cose andrebbero meglio. Sulla ricostruzione materiale ribadisco quello che è stato detto ieri da D’eramo: L’Aquila deve pretendere il sottosegretario alla ricostruzione”.

-Centro Storico: Come riportare la gente in centro-

De Santis: Stiamo studiando un nuovo piano per i parcheggi. e’ inevitabile che finché la ricostruzione non sarà terminata il centro sarà invaso dai mezzi dei cantieri. Sulle scrisce blu voglio ribadire che adesso non è il momento. Il centro andava progettato prima, dovrà tornare ad essere il fulcro della città”.

Albano: “L’attaccamento degli aquilani verso il centro è dimostrato dagli eroi che hanno riaperto. A fianco della spontaneità mettiamo l’intuizione del bando Fare Centro. Rispetto ai parcheggi avevamo previsto la possibilità di uno spazio sotto viale della Croce Rossa con dei soldi stanziati ma non sappiamo cosa ne farà la giunta attuale”.

X