IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Lotta agli incendi, giorno 11

Nuova giornata di incendi a L’Aquila che stamattina si è svegliata, alle 10, con l’ennesimo rogo segnalato intorno alla zona di Preturo.

Poco dopo le 9 di oggi si è alzato un denso fumo nella stessa zona interessata dagli incendi di questi giorni, tra Santi e San Marco di Preturo: sul posto squadre dei Vigili del Fuoco.

incendio san marco preturo 10 agosto
incendio san marco preturo 10 agosto

Ieri, alle 20, la situazione era sotto controllo e non si vedeva più fumo provenire dal bosco.

La zona di Preturo è quella dove sono maggiormente impegnati volontari di Protezione Civile e Vigili del Fuoco, visto che da domenica l’allarme è pressoché costante: la popolazione era stata anche preallertata di un eventuale sgombero, visto che il fuoco era molto vicino alle case.

È ancora attivo invece l’incendio sul monte Siella, partito da Fonte Vetica nella giornata di sabato e che, scendendo, minaccia Rigopiano: in azione due canadair ed un elicottero.

Un piccolo focolaio anche sulla piana di Campo Imperatore ma la situazione pare sotto controllo.

Altra zona interessata da principi di incendi, in questi giorni, è stata quella di Assergi, più precisamente il bosco di Macchia Grande.

Un nuovo principio di incendio ha interessato nel pomeriggio di ieri la zona: le fiamme sono state domate quasi subito.

Il fumo era ben visibile anche a distanza e questo ha destato la preoccupazione e successiva mobilitazione di abitanti, Vigili del Fuoco e volontari della Protezione Civile.

incendio assergi

Le fiamme sono state appiccate al lato della strada bianca che attraversa il bosco di Macchia Grande, intorno alle ore 17. La dinamica è la stessa di martedì: anche in quel caso, al levarsi del fumo è partito subito l’allarme, provvidenziale e che ha consentito l’immediato spegnimento del rogo.

Di fatto, è l’undicesimo giorno di lotta agli incendi nella nostra regione.

Un agosto terribile per le zone interne, con migliaia di ettari andati distrutti da Collelongo (Marsica) alla piana di Campo Imperatore (incendio di Fonte Vetica svalicato poi sul Monte Siella, verso Rigopiano), da Aragno a Preturo.

Gli interventi ai quali sono chiamati i Vigili del Fuoco sono numerosissimi, tanto che spesso sono costretti a scegliere dove intervenire, prediligendo le situazioni più pericolose: ieri un cassonetto a Santa Barbara è andato a fuoco ma i pompieri non sono riusciti ad intervenire per mancanza di personale.

L’inchiesta di Fonte Vetica

Gli investigatori del Nipaf hanno concluso l’acquisizione delle testimonianze di tutti i potenziali indagati per l’incendio che, partito da Fonte Vetica, ha svalicato sul versante pescarese, verso Rigopiano: si tratta di 14 giovani che erano sul luogo dal quale è partito il rogo durante la Rassegna ovini di Campo Imperatore. Questa mattina il Nipaf rimetterà la relazione al pm Fabio Picuti, in un quadro delle responsabilità che all’interno del gruppo sembrerebbe già delinearsi con chiarezza.

(in aggiornamento)

e.f.

X