IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sedie mobili in un caldo sabato aquilano

Chi era presente in centro ieri sera? Cosa stava accadendo? Chi erano quelle “strane” persone? Perché erano vestite in quel modo? Perché avevano con se le sedie? Dove le portavano? Quale itinerario o copione hanno seguito? Perché non parlavano? Perché all’improvviso cantavano? Perché si stendevano o si sedevano a terra senza dire niente? Ma soprattutto, che cosa volevano dire? Qual era il loro messaggio, il loro fine?

Questi sono una parte dei numerosi interrogativi che, ieri sera le persone che passeggiavano nel centro de L’Aquila, si sono posti quando, dai vicoli vedevano spuntare gruppi di artisti di strada che “irrompevano” nelle loro passeggiate coinvolgendoli, quando possibile, nel loro spettacolo.

Ieri sera si è concluso il workshop “Sedie Mobili” dell’Associazione Teatro Brucaliffo all’interno dei Cantieri dell’immaginario sotto la guida della coreografa, attrice Jurate Širvyté-Rukštelé.

Tutti gli artisti sono andati in strada ad “occupare” il loro posto nella città interagendo tra loro e con il pubblico. Volevano trasmettere il messaggio di unione e coesione, come elemento fondamentale nel quotidiano. Questi due elementi si possono creare anche all’interno di gruppi di persone che non si conoscono e che si possono incontrare nello spazio che ruota intorno a noi.

Ognuno è padrone del proprio spazio all’interno di una città e con la “sua sedia” può occupare questo spazio condividendolo con un amico o con un estraneo. In tutto quello che è stato rappresentato ieri sera, non c’era errore” , ma vi era il “dire si” a nuove guide, a nuove idee, a nuove opportunità.

I tre gruppi, che alla fine di ogni spettacolo si sono incontrati prima davanti la Fontana luminosa e poi ai Quattro Cantoni, hanno per una sera portato solarità, dubbi, sorrisi, domande in una città piena di gente che stordita, di corsa, felice, dubbiosa, viveva un caldo sabato sera aquilano.

X