IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

L’Aquila, ballottaggio: il punto sugli apparentamenti

E’ il weekend degli apparentamenti o delle indicazioni di voto: le due vie possibili per sostenere i due candidati sindaco al ballottaggio di domenica 25 Giugno.

Centro destra e centro sinistra le due forze politiche della città che hanno mosso insieme oltre l’85% delle preferenze nelle elezioni dell’11 Giugno.

C’è tempo fino al 18 Giugno alle ore 18 per presentare al comune eventuali collegamenti [Comune]
Americo Di Benedetto (centrosinistra) in testa con il 47,08% e Pierluigi Biondi (centrodestra) con il 35,84% delle preferenze. Vale a dire 18mila 500 preferenze a fronte di poco più di 14mila.
I voti legati a possibili apparentamenti o indicazioni saranno preziosissimi per l’uno o l’altro candidato.

Nessun apparentamento per Carla Cimoroni, terza forza della città.

Fiera del risultato (6,21%) la candidata sindaco della Coalizione Civica L’Aquila Chiama , che ha avuto l’appoggio di 3 liste, tra cui L’Aquila a Sinistra con al suo interno esponenti di Rifondazione Comunista tra cui Enrico Perilli che si trova fuori dall’Assise, per la prima volta, dopo quindici anni.

[Cimoroni, no apparentamenti e indicazioni di voto]

“I nostri elettori sono liberi: né apparentamenti, né indicazioni di voto o non voto”.  Esattamente come promesso in campagna elettorale. “Siamo soddisfatti per l’esito dell’11 giugno, ma c’è amarezza per la mancata elezione di un secondo consigliere. Sarebbero – sottolinea Cimoroni – bastati altri 350 voti”.

“Loro mi hanno cercato” – così risponde al Capoluogo Giancarlo Silveri di Riscatto Popolare alla domanda sugli apparentamenti.

Silveri fa riferimento al candidato sindaco di centro destra con cui lo scorso mercoledì si è riunito in assemblea. “Abbiamo deciso all’unanimità di ricercare una intesa sugli aspetti  di carattere programmatico e politico che possano portare, cosi come previsto dalla Legge elettorale,  la lista di Riscatto Popolare ad un formale apparentamento con la coalizione di centro destra. In tal senso il Movimento è pronto ad impegnarsi fortemente per ottenere il massimo consenso elettorale che possa consentire la vittoria”.

[Silveri, prove di apparentamento]

“No apparentamenti, sì ad intese politico-programmatiche” Il chiarimento del candidato sindaco di centrodestra Pierluigi Biondi

“Durante la campagna elettorale abbiamo dichiarato più volte che in caso di ballottaggio non ci sarebbe stato alcun apparentamento di tipo tecnico con altre formazioni o partiti e, soprattutto nel rispetto degli impegni presi con i nostri elettori, manteniamo questa posizione”. [Biondi, solo intese]

Casapound smentisce l’appoggio ad Americo Di Benedetto

“In merito all’articolo apparso oggi su Il Centro in cui l’avvocato Dionisio esprime sostegno al candidato del centrosinistra, ribadiamo, se ancora ce ne fosse bisogno, che la posizione da lui espressa non è quella ufficiale del nostro Movimento, ma parla esclusivamente a livello personale” – chiarisce così Casapound e si dissocia da Maurizio Dionisio che aveva espresso il suo appoggio a sinistra. 
Claudia Pagliariccio, candidata per Casapound è fuori dal secondo turno e ribadisce la posizione di non apparentamento: né per Di Benedetto tantomeno per Biondi quest’ultimo ex Casapound prima della rottura.

Stesso copione in casa 5Stelle: Righetti non appoggia nessuno, ma Perrotti tradisce gli accordi

“Se dovesse vincere Biondi c’è il rischio che non entri in Consiglio il nostro candidato sindaco Righetti, sposterò i miei voti sul centrosinistra per avere una rappresentanza in Comune del Movimento 5 stelle”- ha dichiarato Antonio Perrotti che punta sulla presenza in aula.

Le Ipotesi del Nuovo Consiglio Comunale – [Consiglieri, i più votati]

Nel caso in cui vincesse Americo Di Benedetto, che ha staccato Biondi di oltre 12 punti percentuale, e nel caso in cui non ci fossero apparentamenti l’assise sarebbe composta da:
Il sindaco Americo Di Benedetto
8 consiglieri PD: Stefano Albano,Maurizio Capri, Emanuela Iorio, Antonio Nardantonio, Stefano Palumbo, Emanuela Di Giovambattista, Fabrizio D’Alessandro, Carlo Benedetti;
4 consiglieri de Il Passo Possibile: Paolo Romano, Elia Serpetti, Fabrizio Ciccarelli e Emma Buccini;
2 consiglieri di Articolo 1: Giustino Masciocco e Giorgio Spacca;
1 consigliere di Cambiare Insieme: Lelio De Santis;
1 consigliere dei Democratici e socialisti: Elisabetta Vicini;
1 consigliere di Socialisti e popolari: Gianni Padovani;
1 consigliere di Abruzzo civico: Sergio Ianni;
1 consigliere di L’Aquila sicurezza e lavoro: Angelo Mancini;
1 consigliere di Territorio Collettivo: Luca D’Innocenzo.

I banchi dell’opposizione sarebbero,invece, così composti:                                                                 Candidato sindaco non eletto Pierluigi Biondi e 10 consiglieri della sua coalizione
3 Forza Italia: Guido Quintino Liris, Roberto Tinari, Vito Colonna;
2 Fratelli d’Italia: Alessandro Piccinini e Carla Mannetti;
2 Noi con Salvini: Emanuele Imprudente e Daniele Ferella;
1 Benvenuto Presente: Daniele D’Angelo;
1 L’Aquila futura: Roberto Santangelo;
 1 consigliere per il M5S, il candidato sindaco non eletto Fabrizio Righetti;
1 consigliere per la Coalizione Sociale, il candidato sindaco non eletto Carla Cimoroni.In caso di vittoria del sindaco di centrodestra Biondi ecco la possibile composizione:Maggioranza
7 consiglieri di Forza Italia: Roberto Tinari, Guido Liris, Vito Colonna, Sabrina Di Cosimo, Maria Luisa Ianni, Elisabetta De Blasis, Roberto Junior Silveri
4 consiglieri di Noi con Salvini: Emanuele Imprudente, Daniele Ferella, Luigi Di Luzio, Luigi D’Eramo
4consiglieri di Fratelli d’Italia: Alessandro Piccinini, Carla Mannetti, Ersilia Lancia, Giorgio De Matteis
2 consiglieri di L’Aquila futura: Roberto Santangelo, Luca Rocci
2 consiglieri di Benvenuto Presente: Daniele D’Angelo (Parkeller), Leonardo Scimia
1 consigliere Udc: Raffaele DanieleOpposizione
Il candidato sindaco Americo Di Benedetto
4 consiglieri del Partito democratico: Emanuela Iorio, Stefano Palumbo, Stefano Albano, Antonio Nardantonio
2 consiglieri de Il Passo possibile: Paolo Romano, Elisa Serpetti
1 consigliere di Articolo 1: Giustino Masciocco
1 consigliere di Cambiare Insieme: Lelio De Santis
1 consigliere di Democratici e Socialisti: Elisabetta Vicini
1 consigliere di L’Aquila Sicurezza e Lavoro: Angelo Mancini
1 consigliera della coalizione sociale: Carla Cimoroni

X