IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Campo Imperatore: strade chiuse per slavina

Una slavina chiude e blocca la strada che conduce a Montecristo. Alberi, tronchi impediscono il passaggio: oltre fonte Cerreto non si può andare. La denuncia fa il giro dei social con una foto (Giorgio Fanci) che immortala quanto descritto. “Si continua a parlare delle frane in tutto Abruzzo, ma nessuno spreca due parole per la frana che ha sepolto la nostra strada. Anzi, l’Amministrazione, come si vede in foto, ha fatto piantare un minaccioso cartello per evitare che qualcuno andasse a togliere qualche ramo dalla strada. Come dire “i tronchi li toglieremo noi, ma con calma”.Intanto, se qualche malaugurato turista avesse solo lontanamente pensato di fare “turismo” (che parolaccia!) a Montecristo, può tornarsene a casa e ripassare verso luglio-agosto, per fare il “turismo estivo”. Forse allora la strada l’avranno riaperta”.

Stessa storia a qualche chilometro di distanza: la via che porta a San Pietro della Ienca resta bloccata dai resti di una slavina. 

Decine le auto parcheggiate lungo la strada provinciale:  il santuario intitolato a Giovanni Paolo II è stato raggiunto a piedi. Ma oltre il danno anche la beffa: la chiesetta era chiusa.
La strada è chiusa per le alberature cadute dopo una slavina. La provincia come al solito tarda. Ieri nonostante per arrivare si debba percorrere la strada comunale che da Assergi porta a San Pietro della Ienca, sono state decine le auto giunte oltre a moltissime persone a piedi. Ma se la strada non apre anche il santuario resta chiuso.