IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

Arrampicata: Coppa Italia giovanile a Centi Colella

Si è svolta a L’aquila la prima prova della Coppa Italia giovanile Abruzzo.
Un centinaio di bambini e ragazzi dai 5 ai 18 anni di età si sono sfidati nella palestra di arrampicata “El Cap”, all’interno del Centro sportivo Centi Colella.
L’arrampicata sportiva è su base percentuale, uno degli sport più in crescita in Italia. La spinta è arrivata dal C.I.O. che l’ha inserita tra le nuove discipline per le prossime olimpiadi Tokyo 2020.

arrampicata

Anche per questo motivo le associazioni sportive legate alla FASI (federazione italiana di arrampicata) mostrano grande interesse per il settore giovanile. Tornando alla competizione, sui tracciati sapientemente disegnati da Luca Parisse e Matteo Cittadini, la squadra pescarese della Gollum Climbing Academy (Le Naiadi) allenata dall’aquilano Roberto Cantalini ha dominato in quasi tutte le categorie:
Ambra Zurcher e Viola Rossi(1° 2°) Mattia Salvatore e Francesco Marchionni  (1° 2°) Niccolò Di Tommaso e Stefano Cipollone (1° 3°) Giulia Di Tommaso e Giada Zurcher (2° 3°)
Claudia Angelozzi e Caterina Di Ventura (2° 3°) Michele Esposti (2°)  Francesco Possanzini, Wladimiro De Sanctis. (1° posto parimerito)
Roberto Cantalini si conferma uno dei migliori preparatori nel campo dell’arrampicata sportiva degli ultimi quindici anni in Italia e punto di riferimento della Gollum Climbing Academy. Lo abbiamo ascoltato al telefono:
“Allenare i giovani e i giovanissimi è un’esperienza formidabile e un compito gravoso, perché richiede capacità ma soprattutto “PERCEZIONE”, il saper dare e stimolare senza mai eccedere, il poter ricevere per comprendere e migliorare. A Le Naiadi riesco, con l’aiuto di tecnici, preparatori e counselor a svolgere un “lavoro” importante e professionale. L’impianto (uno dei migliori centri sportivi d’Italia) ci aiuta notevolmente offrendoci l’opportunità di attingere ad un’utenza giovanile di rilievo.”