IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

La Befana tricolore: solidarietà e partecipazione

di Andrea Giallonardo

Torna, come di consueto, la Befana Tricolore, iniziativa in cui la città non dimentica i suoi figli meno fortunati.

 

Siamo la punta di un iceberg” ha dichiarato Roberto Santangelo che, insieme a Paolo Romano, Luca Rocci ed Andrea Zonfa, è membro del comitato promotore dell’ iniziativa benefica Befana Tricolore.

Sono tanti i cittadini che partecipano da diciassette anni a questa occasione per donare alle famiglie meno fortunate e , soprattutto, ai loro bambini, un momento di gioia.

“L’iniziativa ha questo nome non per motivi politici ma perché è la nostra festa ed in questa occasione tutti noi siamo chiamati a mostrare solidarietà alle famiglie meno fortunate, che siano italiane o meno”.

“A questo proposito”, ha continuato Roberto Santangelo, ” noi distribuiamo giocattoli, vestiti e beni alimentari alle parrocchie i cui parroci ben conoscono quanto siano difficili le condizioni economiche di tante, troppe famiglie”. È importante che i bambini siano coinvolti in quest’iniziativa poiché in questo modo possono capire meglio il valore delle cose: ” Già privarsi di un proprio giocattolo per donarlo ad un coetaneo è un modo per i più piccoli di prendere coscienza di quanta disuguaglianza vi sia nella nostra società”.

Le parole di Roberto Santangelo sono dirette, “Non ci rendiamo conto di quante persone partecipino, i più lo fanno in anonimato, perché chi davvero nutre spirito di solidarietà non cerca applausi e vetrine. La distribuzione capillare presso le parrocchie del nostro comprensorio nasce dalla consapevolezza di come i parroci siano a conoscenza, meglio di qualsiasi istituzione, delle condizioni umane di tante persone.

“Gli aquilani hanno un grande cuore”, ha dichiarato Santangelo, ” la tragedia che ci ha colpito nel 2009, poi, ha rafforzato questa inclinazione”.

Le famiglie economicamente disagiate mostrano una dignità ammirevole nel “non chiedere”:Santangelo ha ribadito molto questo aspetto. “S’ quindi nostro dovere donare senza chiedere in cambio applausi né chi siano i destinatari”.

X