IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Volontari e terremotati, un’unica famiglia

Una voce dai comuni colpiti dal sisma dell’Italia Centrale. Riccardo Centi della Prociv-Arci di Tempera, L’Aquila, è tornato nelle Marche.

TERREMOTO MARCHE

Il filo che lega Marche e Abruzzo si rafforza, la solidarietà e gli aiuti ne sono la testimonianza concreta.
La Prociv-Arci di Tempera nei giorni scorsi ha fatto ritorno nei comuni marchigiani colpiti dal terremoto per abbracciare la popolazione e gli altri volontari. 

TERREMOTO MARCHE

A Civitanova Marche una cena per la raccolta fondi. Il ricavato è stato destinato agli allestimenti delle autoambulanze, grazie ai quali sono stati acquistati 5 spinali, 6 collari, 5 ragni. 

TERREMOTO MARCHE

Un’esperienza che cambia la vita dei tanti volontari, spesso giovanissimi come Riccardo Centi, caposquadra della protezione civile di Tempera. “Dall’amicizia con i terremotati del posto fino a quella che ti lega agli altri colleghi, come quelli della Croce Verde, associazione spettacolare e piena di cuore con cui abbiamo svolto un servizio importante grazie anche ai colleghi della Prociv Arci Viterbo e Sardegna”.

La Croce Verde collabora con la Prociv Arci nazionale da oltre un anno. Nell’ultima emergenza ha dato supporti al campo di Caccamo, nei pressi di Serrapetrona (MC), zone colpite dal sisma del 16 e 31 ottobre. Sin dalle prime ore le associazioni si sono mobilitate fornendo assistenza alla popolazione e dando cibi e bevande calde. Nei giorni successivi hanno allestito il campo di Caccamo dove sono stati forniti posti letto. “Ovviamente nelle zone restano i campi di accoglienza, perché zone altamente sismiche”- precisa Riccardo Centi. 

TERREMOTO MARCHE

Michael Torregrossa, soccorritore della croce vede Civitanova Marche, ha collaborato per 2 settimane  con il campo base di Caccamo. “L’emergenza è stata significativa sia a livello personale che a livello logistico, i residenti del posto sono delle persone squisite, come i volontari della Prociv Italia”. (FM)

 

X