IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Giovani disoccupati: è record negativo in provincia

Se fosse una classifica sportiva, diremmo che la provincia dell’Aquila è all’inizio della seconda colonna. Parliamo di qualità della vita, nell’annuale classifica redatta dal Sole 24 ore e pubblicata oggi.

La provincia dell’Aquila si piazza 60′, con prestazioni di non molto sotto alla media nazionale. Prima, comunque, delle altre province abruzzesi: seconda Chieti, al 64′ posto, poi Teramo, al 76′, e infine Pescara, all’81’.

C’è un dato sulla nostra provincia che balza agli occhi: la disoccupazione giovanile è fra le più alte in Italia. Il numero di disoccupati fino ai 30 anni fa sprofondare la provincia al 105′ posto nazionale, lasciando dietro di noi pochissime province del Meridione. Vibo Valentia, ultima nella classifica generale, ha un dato, seppur di poco, migliore al nostro su questo aspetto.

Bene l’aspetto demografia, famiglia e integrazione, dove la provincia si piazza ad un ottimo 7′ posto, così come il tasso di natalità e i laureati tra i 25 e i 30 anni (5′ posizione assoluta). Una provincia dove tutto sommato ci si può sentire sicuri, visto che scippi, borseggi e furti sono sotto la media nazionale.

qualità della vita

Male, malissimo invece per quanto riguarda l’Ambiente, i Servizi ed il Welfare: la provincia sprofonda al 90′ posto, piazzamento da pieno Meridione. Ad andar male, in particolare, sono i dati relativi alle spese sociali dei Comuni per le fasce deboli della popolazione (anziani, minori o poveri) : 103′ posizione. Sugli asili nido, tasto dolente per moltissime province, Roma su tutte, non va malissimo: 75′.

E’ su innovazione e lavoro che la provincia dell’Aquila deve migliorare. Il rapporto del Sole 24 ore evidenzia come fra i servizi, la banda larga per molti comuni della nostra provincia sia ancora un miraggio (solo 10 province dietro di noi). Al tempo stesso, oltre al tasso di disoccupazione giovanile  fra i più alti in Italia, è da notare che quella totale rientra più o meno nella media. Bene le startup innovative.