IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Meteo: Che Dicembre sarà?

Stefano Bernardi di Meteo Aquilano, l’associazione con la sua rete di monitoraggio del territorio aquilano con le sue 14 stazioni meteorologiche, rilascia un’intervista al Capoluogo, testata con cui collabora, per anticipare qualche novità sulle condizioni meteo di Dicembre. Neve e sci ai piedi, comincia il conto alla rovescia!

Che Dicembre sarà?

Si parte da condizioni tardo-autunnali diverse da quelle dello scorso anno. Se andiamo nell’Artico troviamo un vortice polare totalmente differente: quest’anno risulta disturbato e decisamente meno energico.
Avere delle condizioni di partenza di questo tipo ci porta a pensare ad un prossimo mese favorevole agli amanti della stagione invernale.
Già dalla prossima settimana non si esclude la possibilità di una prima irruzione di aria artica.
Questo ci fa capire che il mese di Dicembre ha tutte le carte in regola per regalarci episodi favorevoli a nevicate fino a quote basse.

Sarà un bianco Natale?

E’ il sogno di tutti. A volte si avverano come nel 1986. Ma la statistica ci dice che è complicato che una irruzione fredda coincida con la Vigilia. Ma in questo Dicembre possiamo nutrire qualche speranza.

Credi che Cialente debba organizzare un piano neve? 

Una città come L’Aquila dovrebbe avere un piano neve pronto e immediato nel semestre freddo, da Novembre ad Aprile, e non solo nell’inverno stretto, cioè da Dicembre a Febbraio. L’Aquila è una città che può essere interessata da nevicate anche prima e dopo l’inverno stesso.

Neve sul Gran Sasso anche in estate. Eccezione o regola? 

Non è un’anomalia perché l’altitudine e l’esposizione ad est, lascia aperta la possibilità di nevicate. Proprio  come l’estate passata quando abbiamo avuto neve a luglio.

MeteoAquilano sta allargando a dismisura la sua rete di monitoraggio. Dopo le istallazioni di Lucoli e Poggio Picenze l’associazione ha raggiunto quota 14 stazioni. Qual è l’obiettivo?

E’ continuare ad allargare la rete di monitoraggio, tanto che nei prossimi giorni ci saranno nuove istallazioni sia a est che a ovest, per ottenere negli anni futuri -finalmente- uno storico per poter analizzare uno dei microclimi più particolari al mondo: quello aquilano.

Che particolarità ha?

Ad esempio le temperature minime. La stazione di Stiffe che è ubicata a 557 metri di altitudine, durante il cielo sereno, nelle ore notturne tocca valori similari a quelli di territorio russo. O ancora la particolarità della piana di Campo Felice, che a soli 1500 metri di altitudine, in situazione di albedo, ovvero cielo stellato calma di vento e neve al suolo, può raggiungere i – 40 gradi.