IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

La Reasta attende l’approvazione

Il progetto di legge Reasta che dovrebbe istituire la Rete Escursionistica Alpinistica Speleologica Torrentistica Abruzzo attende di approdare in aula regionale per essere approvata.
“Siamo fortemente preoccupati che il P.d.L. 233/2016 a firma dei Consiglieri Pietrucci e Monticelli, ancora non approda in aula per l’approvazione” – la denuncia di Luigi Faccia, Presidente Collegio Abruzzo Maestri di sci, e Agostino Cittadini, Presidente Abruzzo Guide Alpine.
IlCapoluogo aveva documentato ampiamente questa situazione di stallo. Un consiglio regionale infuocato quello dello scorso 25 ottobre che ha visto maggioranza contro maggioranza sull’approvazione del decreto legge. L’ Assessore con delega alla montagna Di Matteo – uno dei ribelli in Giunta – ha chiesto il rinvio in commissione lamentando la non condivisione con lui della legge.  La battaglia non si è soffermata tanto sui contenuti – visto che ci si è arrivati con un percorso di condivisione estremamente partecipato, coinvolgendo professionisti, Guide Alpine, 118, Maestri di Sci, squadre di soccorso alpino della Guardia di Finanza, Forestale e della Polizia – ma è stata strettamente politica e legata ai mal di pancia e alle vere e proprie prese di posizione da parte di elementi dell’esecutivo. Ribellioni che si registrano sempre più frequenti nell’era D’Alfonso. [Reasta, che figuraccia – REASTA bloccata da sgambetti politici
Insomma un vero e proprio sgambetto politico, un presunto ‘sgarbo istituzionale’ che costa caro alla montagna abruzzese.
“Dispiace molto, perché il P.d.L. in commissione è stato condiviso da tutte le forze politiche e ha trovato consenso in tutti i settori delle professioni della montagna. Infatti, sin dall’inizio, il Progetto di Legge ha avuto l’apporto interessato e proficuo del Prefetto, delle Forze dell’Ordine che operano in montagna, del Soccorso Alpino dei vari enti, del Club Alpino Italiano, delle Guide Alpine, dei Maestri di sci e delle Guide Speleo. Il P.d.L. 233/2016 è molto atteso da tutti noi, in quanto trattasi di un provvedimento importantissimo per le attività svolte in montagna. Per prima cosa va a creare un data base completo della sentieristica regionale e tutte le attività outdoor, mettendo in rete tutto l’esistente, catalogandolo ed uniformandolo su tutto il territorio montano abruzzese. Questa azione, di conseguenza, permette e disciplina una fruizione in sicurezza della sentieristica e di tutte le attività outdoor da parte dell’utente. Per ultimo, ma non per importanza, con questo Progetto di Legge, si creano i presupposti di una nuova normativa per il soccorso in ambiente montano che, in futuro, sarà strettamente legato alla messa in rete della sentieristica ed alle attività outdoor e alla loro regolamentazione, che oltretutto apre la strada anche a una valorizzazione più sistematica delle risorse della montagna abruzzese. Per concludere, ci auspichiamo che non si indugi più nell’approvare questo importante provvedimento e non si vanifichi il lavoro appassionato svolto dai consiglieri Pietrucci e Monticelli e da tutti i professionisti del settore”.