IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Murata Gigotti, la replica della Pro Loco

In risposta all’articolo Vita da Cani a Murata Gigotti, pubblicato da questa testata in merito alla denuncia di una aquilana alla quale è stato impedito l’accesso all’area di accoglienza perché accompagnata dal suo cane, riceviamo e pubblichiamo la replica della Pro Loco di Coppito, che ha in gestione quell’area.

Al direttore de Il Capoluogo
Egregio direttore.
In merito alla notizia ripresa dal suo giornale online da un post di Facebook, in cui si dà ampio risalto al presunto caso di una signora che sostiene di essere stata rifiutata dal centro di accoglienza di Murata Gigotti per via del suo cane, chiariamo quanto segue. Nulla di tutto questo è avvenuto. L’area di Accoglienza di Murata Gigotti, aperta dalla Pro Loco di Coppito con propri mezzi e personale in seguito all’evento sismico che ben conosciamo, ha accolto la notte scorsa, su esplicita richiesta delle strutture istituzionali di protezione civile, persone con gravi disabilità, oltre a cittadini impauriti dal sisma. Tra chi ha trovato riparo a Murata Gigotti, c’era anche una famiglia il cui bimbo è affetto da una gravissima forma di asma. Tanto che nel tendone dove sono state posizionate le brandine per la notte, è stata montata anche una linea elettrica con presa autonoma per consentire ai genitori del piccolo, peraltro febbricitante, di poter collegare il macchinario che lo aiuta a respirare. Questa situazione di emergenze nell’emergenza, chiaramente escludeva a priori la presenza di animali all’interno del tendone. Alla signora in questione, la situazione è stata ampiamente spiegata, e le è stato proposto di riparare il cane in una cuccetta da posizionare in un locale vicino al ricovero per persone. Questo per fornire un tetto sicuro anche all’animale, che nelle intenzioni della padrona doveva invece dormire in una delle brande all’interno della struttura. La signora, infine, nel post ha omesso di dire che qualche giorno fa ha usufruito dell’area di attesa di Murata Gigotti passando la notte nel locale vetrata insieme a sua madre e al cane. Ma in quel caso nulla vietava di avere tra gli ospiti il suo amato amico a quattro zampe. Questi i fatti. Non c’è bisogno di altre considerazioni, poiché ognuno è dotato di autonoma libertà di giudizio. E ora se si vuole, parliamo pure di sensibilità.
La Pro Loco di Coppito