IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Studenti: pretendiamo prove di evacuazione

“A seguito degli eventi sismici, come Associazione studentesca riteniamo sia necessario riattivare nuovamente le misure di sicurezza del nostro ateneo. Risale a troppo tempo fa, infatti, l’ultima prova di evacuazione eseguita dagli studenti e dal personale: rendere noto a tutti quali sono le operazioni da svolgere è la prima forma di prevenzione per emergenze di questo tipo.
Sono mesi ormai che l’Università degli Studi dell’Aquila non organizza una prova di emergenza e ciò ci preoccupa enormemente. Per tali ragioni, abbiamo chiesto formalmente alla Rettrice di attivarsi nei giorni prossimi”- questo l’appello che arriva da Azione Universitariaaq.

Già nei giorni scorsi la stessa richiesta è arrivata dai ragazzi dell’Istituto Cotugno: non ci si sente sicuri né all’interno delle proprie abitazioni e nemmeno a scuola:
“Dall’inizio di quest’anno scolastico non è mai stata fatta una prova di evacuazione né ci è mai stata illustrata una procedura di emergenza nonostante siano passati quasi due mesi dall’inizio dell’anno scolastico. Il mio pensiero va al fatto che per colpa di queste leggerezze da parte della dirigente scolastica Fiorenza Papale in caso in cui gli eventi di ieri sera si fossero verificati in orari scolastici io come tutti i miei compagni di classe ci saremmo trovati impreparati ad affrontare una situazione di emergenza”.
L’Istituto è composto da tre indirizzi: Liceo Classico, Linguistico e  Scienze Umane, per un totale di circa 1200 studenti. In caso di scosse durante l’orario di lezione il panico sarebbe garantito.