IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

L’Aquila Calcio: Valenti regala i tre punti contro il Flaminia

Più informazioni su

Quarta vittoria consecutiva per L’Aquila che, priva di Minincleri, riporta a casa tre punti: rete di Valenti al 1′ del secondo tempo contro un ottimo Flaminia.

di Claudia Giannone

Arriva la quarta vittoria consecutiva per L’Aquila Calcio, su un campo difficile come quello del Flaminia: altri tre punti fondamentali per la classifica. Rossoblù attualmente a quota diciotto punti, con una squadra più equilibrata nel complesso ed un gioco che inizia a dare frutti.

3-5-2 per Massimo Morgia: l’assenza di Minincleri porta al cambio di modulo. I laziali rispondono con il consueto 4-3-3 e si trovano a colmare l’assenza dello squalificato Cardillo.

Al 1′, parte forte L’Aquila: Diktevicius mette al centro, provano Zane e Pietrantonio, l’estremo difensore di casa respinge sui piedi di Russo che mette in rete, ma è in posizione di fuorigioco. Partita non particolarmente ricca di emozioni: 21′ minuto, punizione dai venticinque metri battuta da Valenti, che scheggia la traversa ma termina sul fondo. Occasione per i padroni di casa al 29′: sponda per Di Ventura che calcia, gran botta che termina alla destra di Farroni.

1′ minuto del secondo tempo, e il risultato cambia in favore dell’Aquila: Diktevicius per Valenti, che dalla grande distanza riesce a mettere nel sacco. La partita si accende. Al 50′ è Gori che sspunta sul secondo palo ricevendo un cross, ma spara alto. Un minuto dopo, a cercare la porta è Gay, ma il suo tentativo è largo.

Di nuovo rossoblù nell’area di Cosimi al 59′: Brenci scappa e mette in mezzo per Zane, che controlla, ma spreca, gettando il pallone in alto. È ancora lui, quattro minuti dopo, a ricevere palla da Diktevicius e a cercare la porta, mette fuori un difensore in maglia bianca con un intervento abbastanza goffo.

68′, versante opposto: Pietrantonio lascia che Prandelli rubi palla e si avvicini pericolosamente in porta, Farroni salva con un miracolo. Trascorrono quattro minuti, e L’Aquila ci prova con Russo, che attende prima di trovare il momento giusto: ottimo tentativo in diagonale che però colpisce il palo. L’Aquila non è fortunata sul recupero della palla. I rossoblù passano al 4-4-2 con l’entrata di Gagliardini al posto di Pietrantonio.

Brivido all’89’: Gay recupera palla sugli sviluppi di una buona azione del Flaminia, staffilata dalla distanza che Farroni alza con la mano, la sfera si stampa sulla traversa ed esce clamorosamente. Termina l’incontro, tre punti fondamentali tornano a L’Aquila. Assolutamente non difficili da conquistare, ancor più preziosi.

L’AQUILA CALCIO: Farroni, Pepe, (3′ st Pupeschi) Sembroni, Diktevicius, Esposito, Pietrantonio (30′ st Gagliardini), Brenci (16′ st Bartoccini), La Vista, Russo, Zane, Valenti. A disp.: Rosano, Di Crosta, Arboleda, Sieno, Faal, Ganci. All. Massimo Morgia.

FLAMINIA: Cosimi, Ranucci, Cinti (19′ st Quaglia), Nannini (10′ st Battaiotto), Locci, Funari, Gori, Di Ventura (23′ st Lucchese), Prandelli, Gay, Rodriguez. A disp.: Terbeshi, Amitrano, Paletta, De Paola, Mastrantonio, Onofri. All. Pierluigi Vigna.

ARBITRO: Rutella (Enna).

ASSISTENTI: Bovini (Ragusa), Musumeci (Catania).

AMMONITI: Locci, Pepe, Funari.

ANGOLI: 8-2.

RECUPERO: 4′ st.

Più informazioni su