IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Stuard porta L’Aquila in Cina

di Roberta Galeotti
Stefano Stuard, ex primario del reparto di nefrologia del San Salvatore di L’Aquila, è stato speaker nella opening cerimony del congresso nazionale della società cinese di nefrologia, la più grande al mondo con oltre 8000 partecipanti, lo scorso 13 ottobre 2016 a Chong Qing, la capitale della Cina durante la seconda guerra mondiale.
Il tema che ha sviluppato l’illustre dottore aquilano è come ci si dovrebbe dedicare ai pazienti in dialisi: dalla esperienza del post terremoto, alla gestione dei centri dialisi di Fresenius Medical Care – NephroCare.
«Nel primo caso quello che ho fatto a L´Aquila non lo devo raccontare – ci spiega il dottor Stuard, con il suo tipico atteggiamento asciutto e determinato -.
Nel secondo caso sono il responsabile, come vice presidente, di tutta l’area medica e di tutte le strategie mediche per il trattamento di circa 60.000 pazienti dializzati nei centri dialisi di proprietà di Fresenius Medical Care – NephroCare in Europa, Medio Oriente ed Africa. Questo ruolo lo ricopro da Luglio 2012 e da Gennaio 2016 sono diventato Vice presidente. La Fresenius medical Care è una delle 30 società tedesche incluse nel listino del Famoso DAX 30 della borsa Francoforte: le 30 aziende più grandi della Germania.  La mia azienda è anche quotata nel Down Jones a New York. Insomma è l’azienda leader mondiale nel settore della dialisi».

stefano stuard

Con delle diapositive dall’effetto straordinario, il dottor Stuard ha fatto conoscere il progetto che è stato organizzato nel post terremoto a L’Aquila nella tenda riscaldata prima e nel container poi. «La dialisi in tenda – aggiunge Stuard -, è stata un’esperienza unica al mondo, realizzata per la prima volta a L’Aquila. Fu il risultato dell’abnegazione e della generosità di tanti: in primis lasciatemi elogiare tutti gli infermieri e gli ausiliari. Loro sono stati gli eroi sconosciuti – conclude Stuard -, ma ben noti a me». La dialisi nella tenda ha iniziato a funzionare l’8 aprile 2009 ed ha evitato ai tanti dializzati aquilani il triste andirivieni alle strutture ospedaliere delle città vicine. Il dottor Stefano Stuard ha lasciato L’Aquila dimissionario nel 2010 a seguito di una forte rottura con la direzione dell’Azienda Sanitaria Locale.

Il dottor Stuard, scrissero i malati dopo le dimissioni del primario nel 2010, «dopo solo tre giorni dal sisma ha fatto montare un tendone riscaldato pur di non vedere i malati costretti a un mesto pellegrinaggio in altre strutture ospedaliere abruzzesi. Dopo circa un mese siamo passati dalla tenda al container».

stefano stuard

X