IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

La ASL alla CISL: no tempi d’attesa lunghi

Non si è fatta attendere  la risposta della ASL alla CISL circa i tempi d’ attesa per le visite specialistiche, con particolare riferimento a quelle del reparto di dermatologia oncologica.
“E’ imbarazzante la confusione della Cisl che dà informazioni errate alla gente, indicando tempi di attesa enormemente superiori a quelli reali” . Così il Manager della Asl, Rinaldo Tordera, sui dati forniti dal sindacato, nei giorni scorsi, in merito ai tempi di attesa di alcune prestazioni dell’Ospedale San Salvatore di L’Aquila.
“Il sindacato”, afferma Tordera, “che pure dovrebbe essere sempre credibile, soprattutto quando dà dati e compie analisi su settori delicati come la sanità, attribuisce al reparto ospedaliero in questione tempi di attesa del tutto errati”. Il manager cita alcuni esempi.”Per una visita al reparto di dermatologia oncologica, prenotata oggi in via ordinaria al Cup, il primo appuntamento è per il 25 novembre, vale a dire 43 giorni e non, come affermato dalla Cisl, tra 1 anno e mezzo. Invece la prima visita ai nei, sempre ad oggi, è fissata il 14 dicembre, attesa equivalente a 2 mesi, un tempo ben al di sotto degli 8 mesi di cui ‘fantastica’ il sindacato. Va peraltro precisato che questi tempi riguardano le richieste programmate, inoltrate cioè al di fuori delle urgenze e delle visite brevi che hanno invece corsie preferenziali – decise da specialisti o medici di base da riportare nell’impegnativa – che oscillano tra le 72 ore e i 30 giorni di attesa. “Ci sono, e non certo da oggi, cose che non vanno e il momento per la sanità è difficile” – conclude Tordera – ma si può e si deve migliorare attraverso il contributo di tutti, in modo leale e costruttivo”.

X