IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

Contro il Benevento la Gran Sasso vince e convince

Più informazioni su

(foto Marcello Spimpolo)

Non stecca la prima in casa la Gran Sasso Rugby. Il quindici grigiorosso entra in campo concentratissimo, contro l’Ottopagine Benevento, che aveva ben convinto nella prima di campionato contro il Pesaro.
Impeccabile in touche, la squadra di Iannucci, Vaggi e Ciancarella parte subito forte e ferisce in profondità i campani che si stringono sul punto d’incontro lasciando ampi spazi al largo, capitan Giampietri è lesto a leggere il campo e a calciare sull’ala Anibaldi, che recupera il pallone e schiaccia in meta. Du Toit trasforma da posizione decentrata, 7-0 al secondo minuto di gioco.
La Gran Sasso continua a premere ma stenta a raccogliere risultati, il Benevento tiene e al 13’ si riporta sotto con un calcio piazzato del precisissimo Treweek. Du Toit riporta a distanza di sicurezza la Gran Sasso con un buon calcio di punizione al 17’. Al 30’ i campani perdono palla poco fuori i 22 grigiorossi, che sono abili a portare subito l’ovale al largo, Caione coglie un intervallo nelle prime linea di difesa e dopo una corsa di 60 metri schiaccia in meta, una segnatura che sarà difficile eguagliare nell’anno. Du Toit trasforma.
All’inizio del secondo tempo si abbassa leggermente il ritmo, la Gran Sasso cambia, entra Di Febo per Lorenzetti, Lofrese, autore di una partita monumentale tanto in attacco, quanto in difesa, passa a centro, capitan Giampietri all’apertura.
Treweek, quasi infallibile dalla piazzola oggi, concretizza il buon lavoro del Benevento che cerca di riportarsi sotto, con due calci di punizione al 51’ e 54.
La Gran Sasso riprende in mano il pallino del gioco e riesce a riportarsi stabilmente nella metà campo del Benevento e concretizza il lavoro del pacchetto degli avanti, che mette in diverse circostanze in difficoltà i campani, con un calcio di punizione di Du Toit.
Al 78’ capitan Giampietri chiude in bellezza per la Gran Sasso, buca la difesa beneventana all’altezza dei dieci metri campani, finta a largo dove ha l’ottimo sostegno dei suoi e batte l’ultimo difensore all’interno schiacciando in mezzo ai pali e conquistandosi il favore dei giornalisti in tribuna, indecisi fino a quel momento sul man of the match, vista la bella prestazione corale di tutti i giocatori entrati in campo. Du Toit trasforma per il definitivo 24 a 9.
Stefano Ciancarella a fine partita è contento dei suoi: “Iniziamo a vedere gli effetti del lavoro svolto, abbiamo grande fiducia in questo gruppo di ragazzi. Siamo contenti per come è andata la touche e per l’attenzione e la determinazione di tutta la squadra”.
Contenti anche i 300 spettatori che hanno animato gli spalti del campo di Villa Sant’Angelo in una bella giornata di ottobre.

Più informazioni su