IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Ora basta, decidiamo Noi: studenti si mobilitano

Più informazioni su

Nella mattinata di oggi al grido dello slogan “Ora basta, decidiamo NOi” più di 70 piazze d’Italia hanno aderito alla mobilitazione studentesca indetta dall’Unione Degli Studenti per manifestare il proprio dissenso riguardo l’attuale sistema scolastico del paese.
A L’Aquila “Unione degli Studenti L’Aquila” e “Link L’Aquila” hanno organizzato per la giornata un corteo di studenti e studentesse provenienti dalle scuole e dagli atenei di tutta la città per manifestare contro gli effetti della legge 107 “Buona Scuola”, contro ogni sorta di autoritarismo che ne derivi e per riconquistare diritti e democrazia alla base di qualsiasi processo scolastico/universitario. Il corteo, partito dai due punti di raccolta situati a Fontana Luminosa e Colle Sapone, ha attraversato Via Strinella e Collemaggio per poi disporsi alla Villa Comunale per un sit-in conclusivo.
“Ormai ad un anno dalla sua approvazione, la Buona Scuola ha fallito, lasciando dietro di sè disastrose conseguenze – dichiara Andrea Amarii, coordinatore dell’Unione degli Studenti L’Aquila – l’alternanza scuola lavoro, oltre ad essere eccessivamente pesante e difficilmente sostenibile per gli studenti, spesso può rappresentare occasione di sfruttamento o può avere scarsa efficacia in quanto non inerente al percorso di studi dell’indirizzo. La scuola si sta progressivamente trasformando in un azienda con a capo il preside nel ruolo di manager assoluto. Oggi l’istruzione sta diventando sempre più un privilegio per pochi quando invece dovrebbe costituire il più grande esempio di uguaglianza sociale: il costo annuale dei libri di testo e dei trasporti, infatti, risulta sempre maggiore gravando pesantemente sulle condizioni economiche delle famiglie. Vogliamo riacquistare voce in capitolo sulle decisioni che ci riguardano in prima persona, vogliamo riconquistare i diritti che ci sono stati sottratti al fine di creare un sistema scolastico democratico ed inclusivo.”

Più informazioni su

X