IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Grande attesa per Sharper, la notte europea dei ricercatori

Si è svolta questa mattina, presso la sala consiliare Rivera di Palazzo Fibbioni, la conferenza stampa di presentazione di SHARPERLa Notte Europea dei Ricercatori e di UNIVAQ Street Science.

Il 30 Settembre, dal pomeriggio fino a notte inoltrata, torna all’Aquila SHARPERLa Notte Europea dei Ricercatori per avvicinare il grande pubblico al mondo della ricerca.

SHARPER SHAring Researchers’ Passion for Engagement and Responsibility – La Notte Europea dei Ricercatori è un progetto interregionale che coinvolge cinque città: L’Aquila, Perugia Ancona, Cascina e Palermo.

SHARPER è uno dei sei progetti europei finanziati dalla Commissione Europea nel quadro delle Azioni Marie Curie del programma Horizon 2020. È coordinato da Psiquadro, che ha come partner l’Università degli Studi di Perugia, l’Università Politecnica delle Marche, i Laboratori Nazionali del Gran Sasso – INFN, l’Università di Palermo, il Consorzio EGO e Observa Scienza e Società.

L’evento è volto a consolidare il dialogo, lo scambio e la conoscenza reciproca tra cittadini e ricercatori attraverso iniziative coinvolgenti che si svolgeranno per le vie dell’Aquila.

Piazza Duomo, Villa Comunale, Auditorium del Parco, Gran Sasso Science Institute, Palazzo Fibbioni e Borgo Riviera diventano lo scenario di spettacoli, conferenze, dimostrazioni, laboratori interattivi, esperimenti scientifici. Le attività riguarderanno i diversi campi della cultura, dall’arte alla geologia, dalla danza alla fisica, dall’astronomia alla musica per scoprire insieme che la scienza e la tecnologia sono dietro ogni cosa.

“Per il terzo anno consecutivo, grazie al finanziamento dell’Unione Europea, torniamo ad animare il centro con la collaborazione di numerose istituzioni del territorio. SHARPER e i suoi ricercatori tornano a L’Aquila per sensibilizzare tutti i cittadini sulle tematiche della ricerca e dell’innovazione con iniziative di svago ma istruttive” ha dichiarato Stefano Ragazzi, Direttore dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso-INFN,  istituzione capofila del progetto SHARPER L’Aquila.

“Un appuntamento molto sentito dalla città, che vuole diventare tradizionale. Una notte di scienza e di divertimento per trasmettere il fascino e le emozioni della ricerca”, ha sottolineato Eugenio Coccia, Rettore del GSSI, che sarà il protagonista, insieme al Quintetto dei Solisti Aquilani, dello spettacolo “BLACK HOLE CONCERT” all’Auditorium del Parco alle ore 21:30.

Un’inedita “collaborazione” è quella che si realizzerà sul palco dell’Auditorium del Parco alle ore 19:30: il Prof. Fernando Ferroni, Presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e lo chef  William Zonfa daranno vita ad uno spettacolo semiserio tra ricette e recenti scoperte scientifiche. “La Notte Europea dei Ricercatori è un’occasione straordinaria di incontro tra il mondo della ricerca e la cittadinanza, a livello europeo. A l’Aquila l’evento assume particolare importanza in quanto ricerca e innovazione possono contribuire in modo deciso al rilancio del territorio. Un buon segnale è rappresentato dalla costituzione a l’Aquila della scuola di dottorato internazionale GSSI, nata in seno all’INFN e da poco costituitasi come organismo autonomo” ha dichiarato Ferroni.

“La Polizia di Stato, in considerazione del prestigio goduto dai Laboratori di Fisica Nucleare del Gran Sasso, delle finalità del progetto, ed il successo  ottenuto gli scorsi anni,  ha ritenuto di aderire all’iniziativa in quanto, nell’ottica della filosofia di prossimità e promozione della legalità,  la partecipazione consentirà di valorizzare e far conoscere ancor di più l’attività di due importanti articolazioni dell’Amministrazione, quali la Polizia Scientifica e la Polizia Stradale” ha dichiarato il portavoce della Questura dell’Aquila.

“Con la propria presenza attiva a  SHARPER-Notte dei Ricercatori 2016, il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga vuole portare nelle strade e nelle piazze dell’Aquila, con l’appropriato linguaggio, la passione, il sacrificio e la competenza dei ricercatori che studiano i vari aspetti dell’area protetta” ha dichiarato il Presidente del Parco Tommaso Navarra.

Una stimolante competizione per i più giovani è SCIENCE MURDER PARTY,  un gioco, con premio finale, che sfida i partecipanti a scoprire l’assassino attraverso la risoluzione di quesiti scientifici. Prenotazioni al sito: sharper-night.lngs.infn.it/murder-party.

Sarà una sfida anche per i ricercatori dimostrare come a volte i fluidi si comportano in modi inaspettati….proveremo  a  camminarci sopra !!!!  HIP HOP con i FLUIDI …senza trucco e senza inganno.

Anche il Munda, il nuovo Museo Nazionale d’Abruzzo, partecipa quest’anno all’entusiasmo della  Notte Europea dei Ricercatori con le proprie professionalità aprendo le porte alla curiosità, al tempo, alla passione e agli scenari della ricerca con un fitto  programma di laboratori e percorsi di approfondimento.

Per la prima volta saranno in città due planetari gonfiabili aperti al pubblico dal 29 settembre al 1 ottobre, con sessioni dedicate alle scuole durante la mattina e aperti al pubblico nel pomeriggio.

Per la mattinata del 30 settembre sono state organizzate diverse attività per le scuole, informazioni al sito: sharper-night.lngs.infn.it

SHARPER si rivolge a tutti, grandi e piccoli e costituisce l’occasione per informarsi divertendosi e per incontrare ricercatori in luoghi popolari della città.

Tantissime le Istituzioni che hanno aderito a SHARPER nella nuova edizione. Ai partner del progetto SHARPER – L’Aquila (Laboratori Nazionali del Gran Sasso, Gran Sasso Science Institute, INGV, Dompé, Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, Comune dell’Aquila, Regione Abruzzo, AIF, e Associazione Scienza Gran Sasso) si uniscono altre istituzioni e associazioni nazionali e locali: Accademia delle Belle Arti, Museo d’Abruzzo MUNDA, Fondazione CARISPAQ, Polizia di Stato, Corpo Forestale dello Stato, FABLABAQ e Connect4Climate,  per raccontare come la ricerca attraverso la collaborazione, l’interdisciplinarietà e le esperienze dei suoi ricercatori si impegni per migliorare la vita di ciascuno di noi.

Connect4Climate (C4C), programma di partnership globale con sede presso il Gruppo della Banca Mondiale, Washington DC, dedicato alla comunicazione a livello internazionale sui temi ambientali, patrocina l’evento, a testimoniare il contributo della ricerca scientifica alla lotta contro il cambiamento climatico.  Il gruppo C4C (www.connetc4climate.org ) è supportato dal Ministero della Tutela del Territorio e del Mare italiano, dal Ministero federale tedesco per la Cooperazione Economica e lo Sviluppo e dalla Banca Mondiale, insieme a più di 400 partner provenienti dalla società civile, dai media, da organizzazioni internazionali, istituzioni accademiche, gruppi giovanili e dal settore privato.