IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Furti in centro, negozianti allo stremo

“Tre furti in tre anni. Non era mai successo nei 35 anni precedenti. Oggi mi chiedo come si fa a essere così stupidi a voler rimanere qui…”

Le parole sono di Pietro Giardini, figlio del titolare del chiosco tabaccheria alla Villa Comunale. Le foto, postate sulla sua pagina Facebook, testimoniano l’ennesimo furto subito negli ultimi tre anni, con annesso danneggiamento della serranda esterna.

furto chiosco villa comunale
furto chiosco villa comunale
furto chiosco villa comunale

E’ sempre più difficile vivere per i commercianti in centro storico. Si susseguono in diverse parti della città, infatti, i furti con spaccata che, oltretutto, creano danni notevoli per la riparazione di vetrate e serrande. E’ successo qualche tempo fa, qualche metro più in là al negozio La Luna di Peppe Colaneri, che subì un furto con spaccata che danneggiò la porta a vetri del locale.

E’ successo, a San Basilio, qualche giorno fa all’omonimo chiosco bar, gestito da Marco Signori, il quale oggi rilancia: “Affidare ad un istituto di vigilanza privata un servizio di pattugliamento notturno.” L’idea è suffragata da due dati: le poche decine di attività aperte in centro e la loro concentrazione limitata a poche strade: “garantire una presenza costante di vigilanti sarebbe insomma relativamente semplice” chiosa in una nota Signori.

“Rivolgersi in modo unitario ad un privato a cui affidare la sorveglianza notturna attraverso il presidio fisso e un servizio di pattugliamento – spiega – consentirebbe di ammortizzare notevolmente i costi. Ammetto che rappresenta una sconfitta – conclude Signori – ma lo è per lo Stato prima che per noi”.
(e.f.)